'Ndrangheta, operazione a Reggio Calabria: sequestrate due aziende di costruzioni a Latina

Sotto sequestro sette società, di cui due nel territorio pontino. Il caso riguarda un bando per lavori pubblici del comune calabrese

Un sequestro di beni per 16 milioni e mezzo di euro è stato effettuato dai carabinieri a Reggio Calabria. Un imprenditore di 59 anni, presunto esponente della cosca "Alvaro-Pajechi" è stato arrestato per associazione mafiosa. Sotto sequestro sono finite sette società, due delle quali con sede a Latina: la Igeco srl e la Pontina Costruzioni srl. 

L'operazione è scaturita nell'ambito delle indagini "Camaleonte" e "A ruota libera", seguite rispettivamente dai carabinieri della compagnia e del Nucleo investigativo di Reggio Calabria. Le inchieste riguardano in particolare i lavori per la realizzazione di una fermata della metropolitana di superficie di Reggio Calabria e due appalti per lavori pubblici che erano stati banditi nel 2013 dal Comune di Reggio Calabria. Il coinvolgimento delle aziende pontine di costruzioni riguarda proprio questi ultimi due appalti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

  • Tragedia nelle acque del Circeo: sub accusa un malore in acqua e muore

  • Coronavirus Latina: due nuovi casi positivi in provincia. Muore una donna al Goretti

  • Coronavirus, i contagi tornano a crescere: 7 nuovi casi da nord a sud della provincia

Torna su
LatinaToday è in caricamento