rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Cerca di sottrarre 60mila euro a un'anziana, processo alla badante

La donna è stata rinviata a giudizio per circonvenzione di incapace. Aveva contraffatto i documenti bancari ma gli operatori dell'istituto di credito se ne sono accorti e hanno bloccato la pratica

Circonvenzione di incapace. Questo il reato del quale dovrà rispondere la 58enne italiana accusata di avere cercato di impossessarsi di 60mila euro appartenenti all’anziana donna affetta da demenza della quale si occupava da molti anni come badante.

B. M., queste le iniziali dell’imputata, approfittando della condizione di invalidità della signora della quale si prendeva cura ininterrottamente dal 2007, si era recata presso la filiale di Latina della Banca popolari di Fondi ed aveva presentato una richiesta firmata dall'anziana che disponeva un bonifico da 60mila euro a suo favore. La dipendente dell’istituto di credito però si era insospettita e avea deciso di avvisare il direttore: quest'ultimo a sua volta prima aveva parlato con la 77enne e, resosi conto delle sue condizioni, aveva bloccato l'operazione per poi avvisare i figli della vittima di quanto stava accadendo. Erano stati loro a presentare una denuncia in Questura.  

Il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina, Giuseppe Molfese, ha accolto la richiesta del pubblico ministero Daria Monsurrò rinviando a giudizio la bandante.Il processo inizierà il 1 ottobre 2025 davanti al giudice monocratico Simona Sergio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerca di sottrarre 60mila euro a un'anziana, processo alla badante

LatinaToday è in caricamento