rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Banda dei furti, la difesa ricorre al Riesame e chiede i domiciliari

Intanto la Procura ha sollecitato un incidente probatorio per i romeni accusati di associazione a delinquere

Udienza davanti al Tribunale del Riesame questa mattina per i sette componenti di una banda dedita ai furti arrestati dalla Polfer di Roma.

Il collegio di difesa, composto dagli avvocati Adonca e Oreste Palmieri,  ha chiesto l’annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare a carico di Mihaita Stoica, Dan Ionut Gaita, Constantin Cristi Stanciu, Gabriel Marian Croitoru, Tiberiu e Romulus Nedelcu e Alina Liliana Diaconu, unica donna del gruppo e in subordine la concessione degli arresti domiciliari. Ieri era  stata invece discussa la misura restrittiva emessa dal giudice Mario La Rosa relativa alla posizione di alcuni dei componenti della gang che erano stato sottoposti ad un fermo da parte del pubblico ministero Martina Taglione, nell'ambito delle indagini condotte dalla Squadra Mobile.  Secondo gli accertamenti della Polfer, supportate dalle immagini della videosorveglianza degli esercizi commerciali colpiti gli uomini agivano sempre con il volto coperto da un passamontagna per non essere ripresi e per comunicare fra loro, durante i furti, utilizzavano dei cellulari come "citofoni", non intestati a loro. Il Riesame si è riservato sulle richieste della difesa.

Nel frattempo i due sostituti procuratori titolari dell’inchiesta, Marco Giancristofaro e Martina Taglione, hanno richiesto al giudice per le indagini preliminari un incidente probatorio per ascoltare gli arrestati, che sono accusati di associazione a delinquere finalizzata ai furti.  L'udienza si terrà probabilmente a settembre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banda dei furti, la difesa ricorre al Riesame e chiede i domiciliari

LatinaToday è in caricamento