Duecento equipaggi in campo: tre arresti e 21 denunce. Il bilancio dei servizi della polizia

Nel corso di una settimana sono state identificate oltre 1.600 persone ed elevate 181 multe per violazioni al codice della strada. Quattro gli avvisi orali emessi dal questore

Dal 27 settembre al 2 ottobre la questura di Latina ha messo in campo oltre 200 equipaggi della polizia di Stato a cui si sono aggiunte otto unità del reparto Prevenzione crimine Lazio. L'attività condotta sul territorio ha permesso di organzizare 111 posti di blocco durante i quali sono state identificate complessivamente 1.613 persone, controllati 803 veicoli ed elevate181 contravvenzioni per violazioni al codice della strada, con il ritiro di 11 carte di cicolazione e due patenti.

Sono stati eseguiti tre arresti, dei quali uno ha riguardato il responsabile della rapina ad un esercizio commerciale di Pontinia, uno per maltrattamenti ai danni dei familiari e l’altro in virtù di un aggravamento del beneficio degli arresti domiciliari. Altre due persone sono state colpite dalla misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare con contestuale divieto di avvicinamento al coniuge.

Sono state poi denunciate in stato di libertà all’autorità giudiziaria altre 21 persone per reati che vanno dagli atti persecutori e maltrattamenti in famiglia alle lesioni personali e minacce,  dalla truffa all’interruzione di pubblico servizio, dalla guida in stato di ebbrezza alcolica al furto e, per finire,al porto ingiustificato di armi, con il sequestro di tre pugnali e di una pistola.

Il Questore di Latina Michele Spina ha emesso inoltre 4 misure di prevenzione dell’avviso orale, con le quali avvisa il destinatario dell’esistenza di indizi precisi sulla sua condotta illecita e lo invita a tenere un comportamento conforme alla legge. A costoro è stato imposto di non accompagnarsi con altri pregiudicati e, in caso di inosservanza alle prescrizioni, gli stessi potranno essere sottoposti alla misura di prevenzione personale più grave della sorveglianza speciale.

I quattro provvedimento sono stati emessi a carico di un uomo di 48 anni residente a Cisterna con precedenti per reati contro la persona, maltrattamenti in famiglia, estorsione, rapina e resistenza a pubblico ufficiale; di un 40enne di Terracina, già noto per reati contro il patrimonio, spaccio di stupefacenti, incendio doloso, lesioni personali, minacce e dannaggiamento; un 26enne di Latina, attualmente detenuto per furto aggravato, rapina aggravata e violazione della legge sulle armi; un 37enne di Aprilia che ha precedenti per furto, ricettazione, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Altre due persone sono state colpite dal provvedimento del divieto di ritorno con foglio di via obbligatorio emesso dal Questore di Latina, mentre nei confronti di una donna, dopo gli accertamenti investigativi del caso, è stata disposta la misura dell’ammonimento perché responsabile di atti persecutori nei confronti di una sua vicina (stalking condominiale).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al lido di Latina: carabiniere si toglie la vita con un colpo di pistola

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus Latina, altra impennata: 382 nuovi casi in provincia. Un decesso

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Coronavirus Latina: in provincia sono 147 i nuovi casi. Altri tre decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento