rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

Maltrattamenti sui bimbi di via degli Aurunci, venerdì l'interrogatorio della maestra

L'educatrice, 63 anni, è stata sospesa per un anno dal suo lavoro per gravi indizi di reato

Sconcerto, incredulità e rabbia tra i genitori della scuola materna "Sibilla Aleramo" di via degli Aurunci dove insegnava la maestra che ieri mattina è stata sospesa per un anno per maltrattamenti sui bambini della sua classe.

Il provvedimento è stato firmato dal gip Giuseppe Cario su richiesta del sostituto procuratore Antonio Sgarella “alla luce dei gravi indizi di reato rispetto all’ipotesi di maltrattamenti nei confronti di minorenni affidati per ragione di educazione, istruzione e cura”. Le vittime erano infatti piccoli in età compresa tra i 3 e i 5 anni.

C.B., 63 anni, è stata immortalata dalle telecamere installate dai carabinieri mentre mostra atteggiamenti aggressivi sia dal punto di vista psichico che fisico nei confronti dei bambini mettendo in atto una “costante vessazione dei piccoli componenti della classe”.

La donna da ieri non insegna più e venerdì mattina sarà ascoltata dal gip in Tribunale assistita dall’avvocato Fabio Federici. Sarà quella la sede per raccontare al magistrato la sua versione dei fatti anche se a parlare sono soprattutto le registrazioni effettuate all’interno della sua aula.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltrattamenti sui bimbi di via degli Aurunci, venerdì l'interrogatorio della maestra

LatinaToday è in caricamento