Ordigno fa esplodere un'auto in viale Kennedy: indagini serrate

La vettura di proprietà dell'ex moglie del 58enne scampato nei giorni scorsi da un tentato omicidio a Latina

Si indaga sull'attentato messo a segno nella notte tra lunedì e martedì in viale Kennedy. Un ordigno piazzato sotto un'auto ha provocato una violenta esplosione nel parcheggio dove la vettura era in sosta. Il boato ha dunque risvegliato i residenti della palazzina che si trova nei pressi del centro commerciale Agora. Sul posto vigili del fuoco e carabinieri della compagnia di Latina.

La particolarità di quanto accaduto è legata alla proprietaria dell'auto. Si tratta infatti dell'ex moglie di Nazzareno Di Giorgio, l'uomo che la sera del 3 giugno scorso era riuscito a scampare a un tentato omicidio per mano del suo rivale, Giovanni Cambria, 58 anni, che aveva esploso quattro colpi di arma da fuoco contro la sua vettura. Il movente del tentato omicidio, che aveva portato nell'arco di poche ore all'arresto di Cambria, era legato a motivi di gelosia, aveva precisato la squadra mobile, perché il bersaglio dei colpi era l'ex convivente dell'attuale compagna del 58enne. In questo caso non si tratta della stessa donna "contesa" ma dell'ex moglie di Nazzareno Di Giorgio. Una coincidenza dunque che è tutta da indagare e che potrebbe portare gli investigatori a ipotizzare a un collegamento tra i due episodi. Al momento però mancano riscontri oggettivi che mettano in collegamento i due fatti.

L'esplosione di ieri notte ha comunque danneggiato la Fiat Punto di proprietà della donna. Alcuni testimoni avrebbero inoltre riferito di aver visto fuggire dal parcheggio della palazzina una persona incappucciata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vaccini agli over 80: avviso ai medici di medicina generale. Si parte il primo febbraio

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Coronavirus, Latina e il Lazio in zona arancione: quali i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus Latina, cresciuti i casi di tipo familiare. Al Goretti situazione di “continuativa emergenza”

  • Arma dei Carabinieri, 28 Marescialli della provincia promossi al grado di Luogotenente

Torna su
LatinaToday è in caricamento