rotate-mobile
Cronaca

Minacce e botte alla compagna: "Ammazzo te e i tuoi figli". Condannato a tre anni e 4 mesi

Il 40enne di Latina processato con rito abbreviato per maltrattamenti in famiglia. Aveva anche violato il divieto di avvicinamento

Pesante condanna questa mattina per un 40enne di Latina accusato di maltrattamenti nei confronti di quella che all'epoca era la sua  compagna.

M.R., queste le sue iniziali, è comparso davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina Giuseppe Cario per rispondere di alcuni episodi che risalgono al novembre dello scorso anno quando l’uomo aveva pesantemente minacciato la vittima e l’aveva anche colpita. “Ti ammazzo te e i tuoi figli” aveva urlato dopo essere entrato a forza nell’abitazione della donna sfondando la porta palesemente ubriaco. Un episodio che non era il primo e un comportamento ripetuto nel tempo che aveva determinato nella compagna un assoggettamento ad un sistema di vita vessatorio. L’uomo peraltro è attualmente detenuto per avere violato un provvedimento del magistrato che gli vietava di avvicinarsi alla sua ex.  

Nell’udienza odierna dove l’uomo ha scelto di essere giudicato con rito abbreviato il pubblico ministero Giorgia Orlando ha chiesto una condanna a 2 anni e quattro mesi ma il gup, ha ritenuto di dover aumentare la pena e al termine della camera di consiglio lo ha condannato a 3 anni e quattro mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce e botte alla compagna: "Ammazzo te e i tuoi figli". Condannato a tre anni e 4 mesi

LatinaToday è in caricamento