Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Morte di Satnam e caporalato: Omizzolo racconta alla Commissione parlamentare

Audizione del sociologo pontino all'organismo che si occupa di illeciti agroalimentari. E oggi arriva la Commissione di inchiesta sulle condizioni di lavoro

Si è parlato di sfruttamento dei braccianti e agromafie nella riunione della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su altri illeciti ambientali e agroalimentari convocata appositamente per alcune audizioni tra le qualli quella del presidente dell’Eurispes Gian Maria Fara e del sociologo pontino Marco Omizzolo che della vita e delle condizioni di lavoro di questi bracciante conosce ogni minimo particolare. E' uno degli effetti della morte del giovane bracciante Satnam Singh.

"Abbiamo lasciato un forte segno parlamentare ricordando cosa è il caporalato, il padronato, la tratta, il doping per lavorare come schiavi e cosa fanno i padroni quando lo Stato serve loro su un piatto d argento schiavi da sfruttare fino alla morte. Un passaggio parlamentare fondamentale - spiega Omizzolo a conclusione dell'audizione - per avere giustizia vera e cambiare le regole del gioco.  Ho anche raccontato, cifre alla mano quello che succede e le inchieste della magistratura che nel corso degli ultimi anni portato alla luce un fenomeno diffuso nelle campagna dell'agro pontino e non solo". 

In oltre un’ora di audizione la Commissione presieduta da Jacopo Morrone ha ascoltato la relazione del sociologo mostrando grande attenzione e desiderio di approfondire la materia, segtnale che dopo la drammatica vicenda che ha provocato la morte del bracciante indiano Satnam Singh non è più possibile girarsi dall'altra parte e fare finta di niente.  A conclusione della sua audizione i componenti dell'organismo parlamentare hanno chiesto al sociologo pontino di poter acquisire tutti gli atti dei suoi studi e delle sue ricerche per poter avere un quadro più esatto della situazione nel territorio pontino sul quale ormai si sono accesi i riflettori, con i dati che forniscono un quadro abbastanza esatto del fenpmeno del caporalato.  

"Questo è stato un passaggio importatnte, noi abbiamo tracciato la per prima la strada: la lotta per sconfiggere lo sfruttamento e le agromafie continua".

E oggi, martedì 9 luglio, una delegazione della Commissione d’inchiesta sulle condizioni di lavoro in Italia si recherà a Latina, nei luoghi della morte di Satnam Singh. La delegazione sarà composta dalla Presidente Chiara Gribaudo e da alcuni Commissari e incontrerà prima il Prefetto di Latina e successivamente la vedova di Satnam Singh. Poi un sopralluogo nei locali della ditta presso cui il bracciante indiano lavorava.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte di Satnam e caporalato: Omizzolo racconta alla Commissione parlamentare
LatinaToday è in caricamento