Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Operazione 'Puro Sangue Ciarelli', sette arrestati scelgono il rito abbreviato

Sono accusati di estorsione, truffa, violenza privata, danneggiamento e lesioni, reati tutti aggravati dal metodo mafioso

Hanno scelto il rito abbreviato e saranno processati davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Roma Rosalba Liso sette delle quindici persone arrestate a giugno dello scorso anno nell’ambito dell’operazione ‘Puro Sangue Ciarelli’ condotta dalla Squadra mobile di Latina e coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Roma.

Si tratta di Maria Grazia Di Silvio, Valentina Travali, Costantino Di Silvio detto Patatone, Francesco Iannarilli, Roberto Ciarelli e Gianluca Di Silvio chiamati a rispondere a vario titolo di estorsione, truffa, violenza privata, danneggiamento e lesioni, reati aggravati dal metodo mafioso e dalla finalità di agevolazione mafiosa. 

Le indagini, supportate dalle dichiarazioni dei pentiti, hanno fatto emergere un diffuso sistema di usura ed estorsione di cui erano vittime imprenditori pontini, commerciali e altri cittadini. In almeno dieci degli episodi sono stati utilizzati metodi tipicamente assimilabili a quelli adottati dalle mafie, come la minaccia di ritorsioni nei confronti delle vittime, la spendita del nome Ciarelli come segno di appartenenza al gruppo criminale per amplificare l'efficacia delle azioni intimidatorie, l'affermazione del potere di riscossione del pizzo da parte del clan. Per alcune delle persone raggiunte da misura cautelare - Manuel Agresti, Matteo Ciaravino, Carmine Ciarelli, Antoniogiorgio Ciarelli, Ferdinando “Furt” Ciarelli,Ferdinando Ciarelli, Ferdinando Ciarelli detto “Macu”, Pasquale Ciarelli e Rosaria Di Silvio – è partito da poco il processo con rito ordinario davanti al Tribunale di Latina mentre per gli altri sette l’udienza a Roma è stata fissata per il 7 marzo prossimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione 'Puro Sangue Ciarelli', sette arrestati scelgono il rito abbreviato
LatinaToday è in caricamento