menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cimitero, Codici diffida il Comune ad autorizzare le estumulazioni richieste da Ipogeo

L'associazione dei consumatori contesta la richiesta della società di estumulare le salme prima della scadenza

La guerra delle associazioni dei consumatori contro la gestione del cimitero di Latina da parte di Ipogeo non si ferma. Questa mattina Codici ha consegnato al sindaco di Latina una lettera di diffida con la quale ricorda le vicissitudini che stanno vivendo numerosissimi cittadini titolari di concessioni d’uso di sepolture nel Cimitero urbano, a causa della richiesta della società di estumulare le salme prima della scadenza prevista dalle norme vigenti all’epoca se gli eredi non decidano di prolungare, a pagamento, il periodo della sepoltura. Tale iniziativa, secondo Ipogeo, sarebbe resa possibile grazie all’applicazione retroattiva del Regolamento approvato il 22 dicembre 2008. Ma secondo Codici tale estensione non è consentita dalle leggi vigenti così come, visto che il Regolamento invocato da Ipogeo quale prevedeva che le sepolture avessero durata minima di anni 60, nessuna di esse, ad oggi e per molto tempo ancora, può essere considerata scaduta.

“Tutto ciò non può che ingenerare sorpresa ed imbarazzo – sottolinea il responsabile provinciale Antonio Bottoni - in chi rappresenta un’Associazione di tutela dei diritti dei cittadini, che ritiene che un’amministrazione civica debba essere essa stessa il primo baluardo a tutela dei diritti della comunità amministrata".

Codici ha diffidato il Sindaco ed ogni altro soggetto dell’Ente sia ad autorizzare qualsivoglia pubblicazione all’Albo Pretorio comunale proveniente da soggetti non autorizzati, sia ad autorizzare estumulazioni il cui periodo d’uso possa essere considerato da chicchessia arbitrariamente scaduto e ha chiesto al sindaco “la tempestiva attivazione di ogni iniziativa utile a tutelare i diritti dei cittadini concessionari di sepolture presso il cimitero di Latina, al fine di impedire che possano effettivamente compiersi le minacce di Ipogeo Latina”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La tradizione in tavola: la Carbonara

  • Cucina

    La tradizione in tavola: la pastiera napoletana

Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento