rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Aeroporto e Roma-Latina, la Cisl: "Dopo i proclami servono i fatti"

La posizione del sindacato sulla realizzazione delle due infrastrutture ritenuti imprescindibili per lo sviluppo del territorio

Passare dai proclami ai fatti. E' l’appello che la Cisl di Latina rivolge alla politica, in riferimento alla realizzazione di due opere fondamentali, quali l’autostrada Roma - Latina e  l’aeroporto civile. Riguardo alla prima opera, il tavolo tecnico annunciato dal presidente della Regione Nicola Zingaretti, formato da Regione e Ministero, sta iniziando a produrre i suoi frutti. “Sono anni che la Cisl di Latina - spiega il segretario generale Roberto Cecere -  tramite i numerosi presidi e manifestazioni, ha voluto dare la massima attenzione a quest’opera. Come sindacato abbiamo messo in campo una petizione per far assumere la decisione in tempi rapidi sull’ulteriore ricorso dilatorio che pende dinanzi al Presidente della Repubblica. Questo ha dimostrato che c'è un segnale forte di  una comunità che vuole uscire da un’arretratezza infrastrutturale che mette a rischio molti lavoratori che ogni giorno percorrono la Pontina per andare al lavoro".

Riprende anche vita il progetto di realizzare il terzo scalo aeroportuale del Lazio a Latina che sembrava definitivamente accantonato, ma che oggi torna prepotentemente alla ribalta. L’opera era stata inserita anche tra le infrastrutture prioritarie per la Regione Lazio. Ma non ha mai visto la luce a causa di una serie di sfortunati eventi e della decisione, poi rivelatasi impercorribile, di spostarlo a Viterbo. “Sono oltre dieci anni ormai che, come Cisl - prosegue Cecere - sosteniamo insieme all’associazione Aeroporto per Latina l’esigenza di realizzare un aeroporto civile a Latina. Siamo da sempre favorevoli a questa infrastruttura infrastruttura  come terzo polo aereonautico del Lazio, per le innegabili ricadute occupazionali che avrebbe sul nostro territorio, considerando che la provincia di Latina vanta importanti comparti quali l’agroalimentare e il chimico farmaceutico e tutti gli indotti collegati. Potrebbe dare nuovo sprint al comparto turistico della provincia, da quello costiero e balneare sino a quello delle aree interne, contribuendo ad una valorizzazione del patrimonio culturale, ambientale, storico, enogastronomico e naturale che lo caratterizza. Occorre costruire una sinergia provinciale e territoriale per portare sui tavoli deputati la nostra proposta. Noi siamo dalla parte dello sviluppo, di cui l’aeroporto e la Roma-Latina costituiscono due tasselli fondamentali ed imprescindibili". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto e Roma-Latina, la Cisl: "Dopo i proclami servono i fatti"

LatinaToday è in caricamento