Cronaca

Concorsi truccati, dopo l'inchiesta la Asl sospende i due dipendenti arrestati

Le determine pubblicate dall'azienda sanitaria riguardano Claudio Rainone e Mario Graziano Esposito, entrambi coinvolti nella doppia indagine di finanza e polizia sui due concorsi irregolari

Sono stati sospesi in via cautelare dal servizio e dal loro incarico all'interno dell'azienda i due dipendenti Asl, Claudio Rainone, direttore della Uoc Reclutamento ed ex dirigente amministrativo facente funzioni e Mario Graziano Esposito, funzionario della stessa Uoc. Entrambi sono ai domiciliari da venerdì scorso nell'ambito di una doppia indagine condotta da squadra mobile di Latina e guardia di finanza relativa a due concorsi espletati dalla Asl rispettivamente lo scorso agosto, per 23 posti di collaboratore amministrativo, e a dicembre 2020, per la copertura di 70 posti di assistente amministrativo.

Due diverse determine già pubblicate sull'albo pretorio della Asl, la numero 388 e 389, sono state firmate dall'attuale direttore della Uoc Giovanni Bernardi. Nel testo si fa riferimento alla misura cautelare degli arresti domiciliari scattata il 21 maggio e alla richiesta della Asl avanzata alla procura di avere notizie in merito all'ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti dei dipendenti.  Si cita poi l'articolo 38 del Ccnl secondo cui "il dirigente di cui all'articolo 1 del presente Ccnl colpito da misura restrittiva della libertà personale o da provvedimenti giudiziari inibitori che impediscono la prestazione lavorativa, è obbligatoriamente sospeso dal servizio e, ove previsto, dall'incarico conferito".

Si dispone dunque ufficialmente di sospendere, cautelarmente, i dipendenti (per i cui nomi si rimanda all'allegato A non pubblicato) a partire dalla data del 21 maggio e di corrispondere loro un'indennità pari al 50% dello stipendio tabellare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorsi truccati, dopo l'inchiesta la Asl sospende i due dipendenti arrestati

LatinaToday è in caricamento