Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Concorsi truccati della Asl: Esposito e Rainone davanti al gip per l'interrogatorio

I due dipendenti della Asl, ora sospesi dal servizio, sono accusati di falsità ideologica in atti pubblici e rivelazione di segreti di ufficio. Entrambi ai domiciliari dal 21 maggio

Saranno interrogati oggi i due dipendenti della Asl pontina, Claudio Rainone e Mario Graziano Esposito arrestati nei giorni scorsi nell'ambito di un'inchiesta sui concorsi truccati della As, condotta dalla polizia di Stato e dalla guardia di finanza. Entrambi sono accusati di falsità ideologica in atti pubblici e rivelazione di segreti di ufficio e dal 21 maggio si trovano agli arresti domiciliari. Il primo era direttore della Uoc Reclutamento della Asl e dirigente amministrativo facente funzioni, il secondo era un funzionario della stessa unità della Asl. Tutti e due sono stati sospesi dal servizio subito dopo gli arresti.

Compariranno oggi, 26 maggio, davanti al giudice per le indagini preliminari Giuseppe Cario, assistiti dai loro legati Leone Zeppieri e Renato Archidiacono. Nel mirino degli investigatori due concorsi dell'azienda sanitaria locale, uno da 23 posti per collaboratore amministrativo, espletato tra agosto e ottobre scorsi e concluso con l'assunzione dei 23 vincitori, e l'altro da 70 posti per assistente amministrativo. Nel primo caso sono state acquisite intercettazioni che dimostrano come Rainone, in qualità di presidente della commissione esaminatrice, avesse chiamato al telefono sei candidati del concorso per concordare le domande della prova orale. Nel secondo invece entrambi i dipendenti della Asl avevano avuto accesso ai quiz della prova scritta, scaricando le domande dal sistema informatico su cui erano state caricate da una società esterna appaltatrice del servizio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorsi truccati della Asl: Esposito e Rainone davanti al gip per l'interrogatorio

LatinaToday è in caricamento