rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Notte folle di pestaggi e rapine in pieno centro, condannati due giovanissimi

Cinque anni e mezzo e tre anni per i due responsabili maggiorenni: avevano seminato il panico tra piazza Dante e viale Mazzini

Si è concluso con due pesanti condanne il processo a carico di alcuni componenti della banda di giovanissimi che la sera del 4 giugno dello scorso anno ha messo a segno una serie di violente aggressioni e due rapine in pieno centro a Latina.

ll tribunale presieduto da Aldo Morgigni ha condannato Vincenzo Zara, 22 anni, a cinque anni e sei mesi di carcere: il ragazzo, assistito dall’avvocato Roberto Baratta, è stato riconosciuto colpevole di due rapine e delle lesioni per due diverse aggressioni. Ettore Alfredo Annoni, 23 anni, difeso dall’avvocato Stefano Iucci, è stato invece condannato a tre anni di carcere come responsabile di una sola rapina. I due, insieme ad un minorenne, avevano compito la prima rapina, andata a vuoto per la reazione della vittima, in Piazza Santa Maria Goretti dove con il pretesto di chiedere una sigaretta, avevano aggredito un coetaneo violentemente con un calcio e dopo averlo reso inoffensivo hanno cercato di sottrargli il telefonino.

Notte di follia in centro: pestaggi e rapine della baby gang - Il video

Poi erano fuggiti spostandosi in Piazza Dante, di fronte alla scuola. In quel caso due ragazzi che erano seduti su una panchina erano stati avvicinati dal gruppo che aveva chiesto loro una cartina per confezionare una sigaretta con il tabacco. Di fronte a un diniego avevano dato il via ad un feroce pestaggio per il quale era stata utilizzata anche una cintura dei pantaloni. Poco dopo nuova aggressione in viale Mazzini davanti il liceo classico Dante Alighieri dove si erano impossessati di una bicicletta elettrica nuova. Quando il proprietario ne aveva chiesto la restituzione, era stato colpito al volto con la cinghia dei pantaloni e poi costretto alla fuga. In quell'occasione l'intervento immediato della squadra volante aveva consentito di individuare gli autori del pestaggio e della rapina.

A dare una svolta decisiva all’indagine era stata però la denuncia fatta in Questura la mattina del 5 giugno  da una quarta persona che aveva raccontato di essere stata aggredita la sera precedente in pieno centro, da tre giovani che lo avevano avvicinato con la scusa di una sigaretta e poi gli avevano proposto di acquistare cocaina. Alla riluttanza dell'uomo e al suo invito ad andarsene, uno dei ragazzi del branco lo aveva colpito al volto con un pugno e aveva continuato fino a fargli quasi perdere i sensi,. I poliziotti attraverso i filmati dell'impianto di videosorveglianza di un esercizio commerciale avevano ricostruito l'esatta dinamica dell'ultima aggressione, avvenuta in mezzo alla strada e nell'indifferenza dei passanti. Ieri pomeriggio la sentenza del processo, che si è svolto con giudizio immediato, e le due condanne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte folle di pestaggi e rapine in pieno centro, condannati due giovanissimi

LatinaToday è in caricamento