rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca

Rapina alla sala slot, guardia giurata condannata a sei anni di carcere

Il 32enne Corrado Ballatore aveva minacciato l'addetto al locale del Piccarello con una pistola e aveva portato via 50mila euro. L'accusa aveva chiesto 5 anni

Condanna a 6 anni di carcere per Corrado Ballatore, la 32enne guardia giurata chiamata a rispondere del colpo messo a segno ai danni della sala slot Piccarello il 20 marzo dello scorso anno.

L'uomo, accusato di rapina aggravata, è comparso davanti al giudice per l'udienza preliminare del Tribunale di Latina Giuseppe Molfese, per essere processato con rito abbreviato come richiesto dai suoi difensori, gli avvocati Sandro Marcheselli e Valeria Nava.

Ballatore nell'ambito del suo ruolo era inacaricato anche della sorveglianza di quel locale e quel giorno, dopo avere finito il suo turno assistendo alle operazioni di svuotamento delle cassette delle macchine, era andato via, si era cambiato per poi tornare nella sala. Qui, minacciando con la pistola, l'addetto si era appropriato di circa 50mila euro poi era fuggito per essere poi fermato e arrestato poco dopo a causa di un problema della sua auto. Il malfunzionamento di uno dei fanali posteriori dell’autovettura utilizzata dal rapinatore risultava identico a quello dell’autovettura della guardia giurata. Inoltre i militari avevano anche notato come il rapinatore impugnasse l’arma con la mano sinistra e Ballatore è mancino. Ma ad incastrarlo è stato soprattutto il suo  cellulare trovato, all’esito di un sopralluogo fatto dai  carabinieri, sulla via di fuga del rapinatore. L’analisi delle telecamere  di sorveglianza della sala slot e della videosorveglianza comunale hanno permesso infatti di  confrontare i movimenti del rapinatore con quelli della guardia giurata che, durante tutti i controlli in uniforme ha sempre preso strade diverse da quelle del rapinatore.

Oggi il processo con rito abbreviato nel corso del quale il pubblico ministero Marco Giancristofaro ha chiesto una condanna a 5 anni di carcere. Il gup al termine della camera di consiglio ha invece aumentato la pena fino a 6 anni non concedendo all'imputato, che si trova agli arresti domiciliari, neppure le attenuanti generiche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina alla sala slot, guardia giurata condannata a sei anni di carcere

LatinaToday è in caricamento