menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Contratto di costa dell’Agro Pontino, via libera del Consiglio provinciale

Un progetto per riqualificare il bacino idrografico di quattro Comuni anche attraverso finanziamenti europei

Via libera del Consiglio provinciale al “Contratto di Costa dell’Agro Pontino” . L’assise ha infatti approvato all'unanimità il manifesto di intenti deliberando la necessità di integrare il percorso di contratto di Costa con la nuova programmazione dei fondi europei diretti e indiretti. L’ambito territoriale individuato sostanzialmente è quello del bacino idrografico di Rio Martino, includendo nel proprio ambito i territori ricompresi tra la costa e i fiumi Sisto e Astura. Tale territorio corrisponde amministrativamente ai Comuni di Latina, Sabaudia, San Felice Circeo e per una piccola parte Terracina, per una estensione totale di circa 440 chilometri quadrati.

L’atto, fortemente voluto dal presidente della Provincia Carlo Medici, costituisce uno strumento di programmazione strategica integrata per la gestione delle aree costiere in grado di promuovere la riqualificazione ambientale e paesaggistica del nostro territorio.

Il Contratto è frutto di un processo iniziato a marzo e ha visto diversi tavoli tecnici e di confronto sulle criticità del litorale ai quali hanno partecipato tra gli altri i Comuni di Latina, Sabaudia, San Felice e Terracina, la Camera di commercio, Slow food Lazio, Circolo Lepini Legambiente e dell’Ente Parco Nazionale del Circeo e di Acqualatina.

Ben 50 gli attori che hanno aderito al progetto e che andranno a stabilire gli interventi tecnici con l’obiettivo di migliorare la qualità dei corpi idrici e delle aree dunali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, nuovi casi di variante inglese: focolaio a Latina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento