menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corsi fantasma per l'abilitazione, due donne a processo per truffa

Le vittime hanno versato migliaia e migliaia di euro per lezioni presso un'università rumena. Ma le due imputate sono sparite

Migliaia e migliaia di euro versati per un corso fantasma presso un’università rumena per conseguire rapidamente l’abilitazione all’insegnamento con successivo riconoscimento del titolo abilitativo in Italia.

Così le vittime del raggiro, sei in tutto, hanno denunciato tutto alla Procura della Repubblica di Latina che ha indagato Natasha Del Prete, 47 anni, e Antonella Panico di 51, per truffa.

I fatti risalgono al periodo compreso tra gennaio e agosto 2016 quando le due donne, presentandosi la prima come insegnante-vicepreside presso l’istituto Vito Fabiani di Latina, e referente per il Lazio della società Office Antonella srl, la seconda quale amministratrice della stessa società, avrebbero convinto alcune persone a pagare per conseguire  rapidamente  l’abilitazione all’insegnamento seguendo un corso presso un’università rumena, con successivo riconoscimento del titolo abilitativo in Italia. Le sei vittime hanno versato cifre comprese tra i 2500 e i 7500 euro ciascuna con bonifici su conti intestati alle due che poi però sono sparite.

Nei giorni scorsi davanti al giudice monocratico del Tribunale di Latina Simona Sergio prima udienza del processo a carico della Del Prete e della Panico che risultano tuttora irreperibili. Il giudice ha comunque accolto la richiesta di costituzione di parte civile delle sei vittime, rappresentate dall’avvocato Nicola Zito, poi ha rinviato il processo al 12 gennaio 2022 quando in aula saranno ascoltate proprio le vittime.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La tradizione in tavola: la Carbonara

  • Cucina

    La tradizione in tavola: la pastiera napoletana

Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento