rotate-mobile
Latina / Centro / Viale Don Giuseppe Morosini

Accampamenti e degrado in via Don Morosini, la Cisl: "Dare dignità agli invisibili"

Sul caso il segretario generale Roberto Cecere chiede un incontro al prefetto. Ma il Comune annuncia una nuova riqualificazione dell'area e progetti di coabitazione per i senza fissa dimora

Viale Don Morosini, a Latina, nel completo degrado. La segnalazione questa volta arriva dalla Cisl: "E’ da mesi che sulle panchine dei giardini della Piazza si sono insediate, in pianta stabile, persone poco abbienti con coperte, pentole e suppellettili di ogni genere, che vivono all’aperto sotto lo sguardo attonito di un intero quartiere".

Per il segretario generale della Cisl, Roberto Cecere "si tratta di persone che vanno tutelate e aiutate". "Non è possibile assistere nel 2022 in pieno centro città, ad un dramma umano di queste dimensioni - aggiunge Cecere - La Cisl che ha gli uffici poco distante e vive da sempre in quel quartiere ha deciso di accendere i riflettori su tale scenario e su persone che vivono ai margini della società ma non per questo sono ultime. Vanno perciò coinvolte tutte le Istituzioni affinchè si possano adottare delle soluzioni all’altezza di una comunità civile. Per questo abbiamo chiesto un incontro al prefetto e alla questura, ai carabinieri, all’assessorato ai Servizi Sociali di attivarsi per trovare il prima possibile delle soluzioni e dare finalmente  una vita dignitosa a queste persone, effettuando interventi di contrasto al degrado e di aiuto ai disagiati. E’ necessario provvedere al ripristino del quartiere e alla sicurezza dello stesso". "Nonostante tutte le segnalazioni che sono giunte, ancora a distanza di mesi, siamo di fronte ad aree interamente abbandonate a se stesse e alla mercè di rattoppi frettolosi - dichiara ancora il segretario generale della Cisl - Sono eloquenti le immagini postate sui social media da parte di molti cittadini della zona, preoccupati dello stato di abbandono del quartiere e del fatto che da molti mesi, tutto sia fermo ed allo “stato brado”. Un fatto grave che conferma ancora una volta la disattenzione e la superficialità mostrate dalle Istituzioni locali. Non è possibile pensare che a pochi metri dalle Istituzioni ed in pieno centro si possa creare un campo nomade dei cosiddetti invisibili. Come parti sociali sottacere ed avallare una situazione di degrado che nel tempo porterà sicuramente a conflitti sociali nello stesso quartiere è inammissibile. Non possiamo più ricevere lamentele dai cittadini che non sanno  a chi rivolgersi. Per questi motivi è urgente trovare delle risposte alle domande di tutti coloro che dovrebbero trovare negli enti preposti la soluzione e non il problema”.

Il Comune di Latina replica spiegando di aver già predisto una task force che coinvolgera? i servizi Welfare, Patrimonio, Decoro e Igiene urbana per affrontare la questione relativa agli insediamenti di persone senza dimora sulla passeggiata Sandro Pertini di via Don Morosini. Con assessori Francesca Pierleoni e Dario Bellini si e? svolta una prima riunione organizzativa in vista della riqualificazione dell’intera area. Gli interventi riguarderanno sia l’arredo urbano, con la predisposizione di nuove sedute nell’area della passeggiata, sia il verde pubblico. Saranno inoltre assicurati interventi costanti di igiene urbana da parte delle squadre di Abc. Per quanto riguarda le persone senza dimora che sono solite accamparsi sulle panchine verra? avviato un progetto sperimentale da parte dei Servizi Sociali che, in collaborazione con il Patrimonio, che individueranno degli alloggi nei quali inserire ospiti in coabitazione. Le persone saranno accompagnate, seguite e monitorate da operatori sociali dedicati. Il progetto permettera? di sperimentare la fattibilita? degli interventi di housing first che l’amministrazione sta presentando per ottenere i fondi del Pnrr.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accampamenti e degrado in via Don Morosini, la Cisl: "Dare dignità agli invisibili"

LatinaToday è in caricamento