rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Processo a Cetrone e Di Silvio, slitta l'audizione di Pasquale Maietta

L'ex parlamentare sarà ascoltato nell'udienza del 17 maggio per riferire dei suoi rapporti con l'imputata e con il clan di Campo Boario

Nuovo rinvio del processo a carico dell’ex consigliera regionale Gina Cetrone, l’ex marito Umberto Pagliaroli oltre ad Armando Lallà Di Silvio e il figlio Gianluca chiamati a rispondere di estorsione, atti di illecita concorrenza, violenza privata, oltre ad una serie di illeciti nell’ambito della campagna elettorale per le amministrative di Terracina del 2016 con l’aggravante del metodo mafioso.

Nell’udienza di questo pomeriggio doveva proseguire il controesame da parte della difesa del dirigente della Squadra mobile Giuseppe Pontecorvo che però a causa di un impedimento non è potuto essere presente in aula e così è slittata anche l’audizione dell’ex parlamentare di Fratelli d’Italia Pasquale Maietta richiesta dal legale della Cetrone, l’avvocato Lorenzo Magnarelli, e accolta dal Tribunale. Non essendo ancora conclusa la testimonianza dell’investigatore, l'audizione dell’ex presidente del Latina Calcio, che era presente in aula, è stata rinviata al 17 maggio prossimo mentre l’esame di Pontecorvo terminerà il 6 maggio.

Al centro del processo i rapporti tra la Cetrone, Pagliaroli e alcuni esponenti del clan Di Silvio con un’estorsione ai danni di un imprenditore abruzzese e la campagna elettorale della primavera 2016 per il rinnovo del Consiglio comunale di Terracina durante la quale, secondo l'accusa, al clan venne commissionata l’attività di attacchinaggio dei manifesti della candidata. Il tutto ricostruito attraverso le rivelazioni del collaboratore di giustizia Agostino Riccardo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo a Cetrone e Di Silvio, slitta l'audizione di Pasquale Maietta

LatinaToday è in caricamento