menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentata estorsione con il fratello, Ferdinando Di Silvio resta in carcere

Il 23enne interrogato dal gip si è avvalso della facoltà di non rispondere. La difesa ha chiesto i domiciliari

E’ stato interrogato questa mattina Ferdinando Di Silvio detto ‘Prosciutto’, il 23enne finito in carcere venerdì con l’accusa di tentata estorsione in concorso con il fratello Antonio ‘Patatino’.

Davanti al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina Giorgia Castriota Di Silvio è rimasto in silenzio avvalendosi della facoltà di non rispondere. Secondo la ricostruzione degli investigatori della Squadra Mobile il 27 agosto Antonio Di Silvio si era presentato a casa di una persona che gli doveva 2500 euro e aveva minacciato il fratello intimidendolo anche con una pistola e in quella occasione era presente anche il fratello che aveva colpito la vittima provocandogli alcune lesioni.

Il gip ha convalidato l’arresto e si è riservata di decidere sulla richiesta presentata dagli avvocati Sandro Marcheselli e Luca Melegari di arresti domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento