Cronaca

Nuovo ospedale di Latina: il progetto dell'Ance donato ufficialmente alla collettività

La novità della nuova struttura ideata dall'Associazione costruttori della provincia è quella di una sezione "dormiente" da attivare per la gestione di eventuali emergenze

Diventa ufficiale la donazione del progetto del nuovo ospedale del capoluogo realizzato dall'Ance - Associazione dei costrutttori della provincia di Latina. Una donazione rivolta all'intera comunità, che apre alla possibilità di accorcirare concretamente i tempi di progettazione e di realizzazione dell'opera. 

Il progetto dell'Ance

"Ance era partito in autonomia con uno studio, lo presentò ad agosto in una conferenza stampa - spiega il direttore generale della Asl Giorgio Casati - Ma non riuscivamo a trovare un meccanismo che perfezionasse questo atto di donazione. In seguito abbiamo redatto una delibera per lo studio di fattibilità, che ora andremo a rivedere. Questo atto è importante: è un progetto che offre una visione moderna dell’ospedale anche alla luce del problema che tutti stiamo vivendo, quello del covid, con una struttura modulare in cui le varie componenti possono essere isolate in una eventuale situazione epidemica. La struttura ha poi una dimensione tale da poter accogliere tutte le componenti universitarie oggi dislocate in parte all’Icot e in parte a Terracina. Riuscire ad aggregare tutte le funzioni universitarie in una sede unica offrirà vantaggi significativi".

nuovo ospedale Ance-2

La sezione "dormiente" per le emergenze

C’è poi un altroi elemento che caratterizza questo nuovo ospedale immaginato dall'Ance: l’ipotesi che possa avere un’area denominata “dormiente”, una sezione da attivare quindi nei casi di emergenza. "Un aspetto - precisa ancora Casati - che, alla luce di quello che è accaduto, rappresenterebbe un’innovazione di grande rilievo non solo per Latina. Sarebbe il primo in Italia ad essere dotato di una struttura da attivare per affrontare situazioni di crisi".

Il grande nodo è quello di ricondurre il progetto nel quadro economico a disposizione che è di 300mila euro stanziati dalla Regione. "Il progetto - spiega ancora Caasati - è sicuramente ottimo e averlo a disposizione offre un’opportunità di rilievo che è quello di abbattere i tempi di progettazione futura. Con una delibera affideremo l’incarico per adattare il progetto già realizzato nel quadro economico".

Ance: "Un piano B per le risorse economiche"

"Questo ospedale - spiega il presidente dell'Ance Pierantonio Palluzzi - è concepito proprio per gestire un’emergenza, di qualunque tipo. Avevamo immaginato un’emergenza che poi è arrivata. E se avessimo già questa struttura a disposizione avremmo affrontato il covid come nessuno al livello europeo. Questa la ratio che ci ha spinti a collaborare. Siamo convinti che Asl e Regione riusciranno a mettere a gara il progetto e i lavori e che entro 4 o 5 anni si possa veramente vedere l’opera realizzata. Ma abbiamo pensato a un piano B: se non ci sono risorse, ci impegnamo a presentare un progetto di partenariato pubblico-privato".

La Regione: "Realizzazione in due tempi"

“E’ possibile immaginare in due tempi la realizzazione . ha spiegato in collegamento il vicepresidente della Regione Lazio Daniele Leodori - E’ un momento importante. Ringrazio voi come Ance, il direttore Casati, il consigliere Forte che ha voluto questa iniziativa. Credo che dovremmo immaginare una realizzazione a moduli. Riducendo i posti letto dovrebbero ridursi i costi. Come Regione abbiamo un impegno che cerchiamo di mantenere per la realizzazione del nuovo ospedale. Il piano A prevede l’intervento pubblico ma vi ringrazio anche per aver pensato a un eventuale piano B. Con il nuovo anno, verso la fine di gennaio, immagino un evento pubblico in modalità virtuale in cui fare un approfondimento più importante rispetto a tempistiche, risorse, necessità di modifica del progetto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo ospedale di Latina: il progetto dell'Ance donato ufficialmente alla collettività

LatinaToday è in caricamento