Preso con quasi 2mila dosi di marijuana e cocaina, condannato a sei anni di carcere

Il 23enne era stato arrestato a maggio dai carabinieri. Pena più pesante di quella chiesta dall'accusa

Condanna a sei anni di reclusione per il 23enne di Latina arrestato dai carabinieri il 7 maggio scorso perché trovato in possesso di oltre 400 grammi di marijuana,  corrispondenti a 1847 dosi singole, e di 22 grammi di cocaina vale a dire 108 dosi oltre a tre grammi di hascisc.

Ruki Mark Villalobos è comparso questa mattina davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina Giuseppe Cario per rispondere di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti con l’aggravante della recidiva specifica e infraquinquennale. Il ragazzo infatti ha già subito condanne per reati analoghi negli ultimi cinque anni. La difesa, rappresentata dall’avvocato Giancarlo Vitelli, ha chiesto che il 23enne venisse giudicato con il rito abbreviato.

Il pubblico ministero Valentina Giammaria al termine della sua requisitoria ha chiesto una condanna a quattro anni di reclusione ma il gup  gli ha inflitto una condanna più pesante: sei anni di carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Coronavirus Latina, altra impennata: 382 nuovi casi in provincia. Un decesso

  • Coronavirus Latina: sono 119 i nuovi casi positivi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus, Lazio a rischio zona arancione: cosa cambia per la provincia di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento