rotate-mobile
Cronaca

Avvocati pontini al voto il 17, 18 e 19 febbraio per eleggere il Consiglio dell'Ordine

Indetta l'assemblea ma l'organismo scadrà a dicembre e a gennaio 2023 nuove elezioni. Per la prima volta sarà utilizzato il sistema telematico

Gli avvocati della provincia di Latina tornano alle urne per eleggere il Consiglio dell'Ordine dopo una lunga fase di gestione commissariale ma l'organismo di rappresentanza forense durerà poco meno di un anno e poi, a gennaio 2023 si voterà nuovamente.

Davide Calabrò, commissario straordinario succeduto alcuni mesi fa a Giacomo Mignano, ha infatti convocato l’assemblea degli iscritti in tre giornate: si voterà giovedì 17 febbraio dalle 9 alle 16, venerdì 18 febbraio nella stessa fascia oraria e sabato 19 febbraio dalle 9 alle 13 e per la prima volta nel capoluogo pontino la consultazione avverrà con il voto telematico. Dalle urne usciranno i quindici componenti del nuovo Consiglio di rappresentanza forense “relativamente al mandato 1 gennaio 2019-31 dicembre 2022”: in definitiva l'organismo rimarrà in carica soltanto dieci mesi perchè a gennaio del prossimo anno gli avvocati saranno chiamati nuovamente al voto per eleggere un altro Consiglio la cui durata sarà questa volta di quattro anno.

Tale scelta è stata adottata per uniformare i tempi  dell’organismo forense di Latina a quello degli altri Consigli italiani che saranno rinnovati a gennaio 2023 in quanto arrivati a scadenza naturale. L’ultima volta che le toghe pontine si sono recate alle urne era il 22 e 23 gennaio 2019 ma il ricorso di alcuni consiglieri ha innescato una battaglia giudiziaria tra Tar, Consiglio di Stato che ha portato all’ennesimo commissariamento dell’Ordine la cui guida è stata affidata nel novembre 2019 a Giacomo Mignano, sostituito dal Ministero alcuni mesi fa con Calabrò. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avvocati pontini al voto il 17, 18 e 19 febbraio per eleggere il Consiglio dell'Ordine

LatinaToday è in caricamento