rotate-mobile
Cronaca

Estorsione per l'affitto di un appartamento: la proprietaria e due complici finiscono agli arresti

Le tre donne indagate a vario titolo per estorsione, violazione di domicilio, appropriazione indebita

Un'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari è stata eseguita questa mattina, 26 novembre, dagli agenti della sezione reati contro il patrimonio della squadra mobile di Latina. Destinatarie del provvedimento sono tre donne, indagate a vario titolo per estorsione, violazione di domicilio, danneggiamento e appropriazione indebita.

Come accertato dagli investigatori, nel mese di giugno 2021 un cittadino di nazionalità egiziana ha sporto denuncia nei confronti delle tre donne raccontando che da un anno sottoponevano lui e la moglie a continui atti estorsivi. La vittima ha spiegato nel dettaglio di essere locatario di un appartamento in pieno centro di proprietà di una donna di Latina ma in realtà pignorato dal 2019 nell'ambito di una procedura esecutiva immobiliare del tribunale.

La proprietaria, insieme a una sua complice di sabaudia, aveva costretto l'affittuario a versare la somma di 400 euro per ottenere l'idoneità alloggiativa dell'appartamento, un documento da allegare alla pratica necessaria ai fini del rinnovo dei permessi di soggiorno. Poco più tardi era stata richiesta alla coppia un'ulteriore somma di 600 euro per rilasciare un nuovo certificato di idoneità alloggiativa per il rinnovo del permesso di soggiorno del figlio minore. E proprio a quel punto l'inquilino si è convinto a sporgere denuncia alla questura. Dalle indagini condotte dalla squadra mobile e coordinate dalla procura della Repubblica di Latina è emerso che le due donne pretendevano il canone di affitto, non secondo un preciso accordo contrattuale ma in diverse tranche imposte arbitrariamente pretendendo anche, ogni volta, dalle 15 alle 50 euro o qualunque altra somma di denaro gli inquilini avessero in tasca al momento della richiesta.

In un’occasione, una delle due donne si era presentato sul luogo di lavoro della vittima in compagnia di una sua complice di nazionalità rumena e ha chiesto i soldi dell'affitto minacciandolo di farlo ammazzare. In un'altra circostanza invece si era presentata da sola nell'abitazione per pretendere l’ennesima somma di denaro, ma di fronte al rifiuto, la donna ha dato in escandescenza prendendo a schiaffi la moglie dell'uomo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsione per l'affitto di un appartamento: la proprietaria e due complici finiscono agli arresti

LatinaToday è in caricamento