Venerdì, 12 Luglio 2024
Cronaca

Estorsione con la catenina scippata alle autolinee: il ragazzo torna in libertà

Era stato arrestato perchè sorpreso a incassare 150 euro dalla vittima in cambio della restituzione dell'oggetto. Ma i poliziotti lo hanno bloccato

Ha raccontato che l'estorsione era in realtà il tentativo di recuperare un credito vantato da un suo cliente nei confronti della vittima il cittadino di nazionalità tunisina arrestato nei giorni scorsi per avere chiesto 200 euro in cambio della restituzione di una catenina d’oro frutto di uno scippo. E a conclusione dell’interrogatorio di convalida il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina Mara Mattioli ha convalidato il fermo rimettendo in libertà il ragazzo con gli obblighi di firma.

Ad arrestarlo erano stati gli uomini della Squadra mobile e delle volanti dopo averlo sorpreso in sorpreso nella flagranza di reato mentre stava commettendo un'estorsione nei confronti di un giovane italiano. La vittima era stata derubata di una catenina d'oro mentre si trovava all'interno delle autolinee di Latina ed il giorno successivo aveva ricevuto alcuni messaggi via Whatsapp con i quali gli veniva chiesta la consegna di 200 euro in cambio della restituzione dell’oggetto. La vittima ha quindi concordato di pagare 150 euro dando appuntamento in piazza Santa Maria Goretti. Il ragazzo ha presentato una denuncia e all’appuntamento si sono presentati gli agenti della questura che hanno arrestato lo straniero. Al momento dell'intervento l'estorsore, che si trovava in compagnia di altro individuo fuggito immediatamente, ha tentato di sottrarsi all'arresto, facendo cadere a terra un operatore di polizia ma è stato comunque fermato dagli altri agenti e trovato in possesso della somma di denaro che gli era stata consegnata poco prima. Per lui l'arresto con le accuse di estorsione e resistenza a pubblico ufficiale.

Oggi in Tribunale l’udienza di convalida da parte del gip durante la quale il tunisino ha spiegato che stava recuperando il credito per conto di un suo cliente che gli aveva chiesto di contattare la vittima. Il giudice ha concesso gli obblighi di firma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsione con la catenina scippata alle autolinee: il ragazzo torna in libertà
LatinaToday è in caricamento