rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Spaccio di droga e estorsione, in cinque vengono assolti dopo venti anni

Processo dalla durata record per una vicenda che risale al periodo tra il 1999 e il 2001: ieri la sentenza

E’ arrivata esattamente venti anni dopo l’apertura del procedimento penale la sentenza di primo grado del processo a carico di Fabrizio Marchetto, Remo Favero, Antonio Mazzucco, Luana Cangianiello e Rosa Zimbardi, accusati di spaccio ed estorsione per fatti che risalgono al periodo compreso tra il 1999 e il 2001.

Il tribunale di Latina ha messo la parola fine alla vicenda con una sentenza di assoluzione per tutti: per i due capi di imputazione relativi alla cessione di droga è stata riconosciuta l’intervenuta prescrizione mentre per quanto riguarda l’estorsione gli imputati sono stati assolti perché il fatto non sussiste. Il pubblico ministero Antonio Sgarrella aveva invece chiesto la condanna a sette anni di Marchetto, a quattro anni ciascuno per Mazzucco e Favero e a due anni per la Cangianiello e la Zimbardi.

Secondo l’accusa gli imputati avrebbero estorto del denaro a una ragazza di Latina che aveva acquistato da loro cocaina e che non era riuscita a saldare il suo debito, 15 milioni di vecchie lire. La vittima sarebbe stata minacciata con una pistola e anche picchiata e poi costretta a pagare, oltre alla precedente cifra, altri 10 milioni. Una storia più che datata che ieri si è chiusa con un’assoluzione di tutti e cinque gli imputati, assistiti dagli avvocati Alessandro Paletta, Flaviana Coladarci, Luca Giudetti, Stefano Iucci e Giancarlo Vitelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di droga e estorsione, in cinque vengono assolti dopo venti anni

LatinaToday è in caricamento