menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Operazione "Scheggia", la discussione al Riesame per Cetrone, Pagliaroli e i Di Silvio

I legali dell'ex consigliera regionale e del marito, accusati di associazione a delinquere finalizzata all’estorsione, hanno chiesto la scarcerazione

I ricorsi con i quali le cinque persone finite in carcere nell’ambito dell’operazione ‘Scheggia’ – l’imprenditrice ed ex consigliere regionale Gina Cetrone, l’ex marito Umberto Pagliaroli, Armando, Samuele e Gianluca Di Silvio - sono stati discussi questa mattina davanti al Tribunale del Riesame di Roma.

I cinque sono accusati a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata all’estorsione, atti di illecita concorrenza e violenza privata con l’aggravante delle modalità mafiose nell’ambito di un’inchiesta della Dda di Roma nata dalle dichiarazioni dei pentiti Riccardo Pugliese e Agostino Riccardo.

Le contestazioni riguardano in particolare l’estorsione ai danni di un imprenditore abruzzese che aveva un debito con l’azienda di Pagliaroli e alcuno episodi relativi alla campagna elettorale per le elezioni amministrative del 2016 a Terracina nella quali la Cetrone era candidata. Per quanto riguarda la difesa di Pagliaroli, rappresentato dall’avvocato Cesare Gallinelli, ha sottolineato l’estraneità dell’imprenditore ai fatti contestati sollecitando una riqualificazione del capo di imputazione. L’avvocato Lorenzo Magnarelli, difensore di Gina Cetrone, ha puntato sull’assenza della gravità indiziaria sul concorso nel reato e chiesto la riqualificazione del reato di estorsione in esercizio arbitrario delle proprie ragioni. Sempre secondo la difesa, che ha presentato una memoria scritta per chiedere l’annullamento dell’ordinanza, non sarebbero presenti le esigenze cautelari. I legali hanno chiesto la scarcerazione oppure in suboridne una misura cautelare meno afflittiva.

Il Tribunale della libertà si è riservato di decidere e dovrà farlo entro il 21 febbraio quando scadranno i termini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento