menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festa della Repubblica, in piazza una cerimonia sobria e con le mascherine

Il 2 giugno celebrato mantenendo le distanze e senza pubblico: inno di Mameli e Alzabandiera con il Prefetto, sindaci, Provincia e autorità

Si è tenuta questa mattina, 2 giugno, in piazza della Libertà la cerimonia per il 74° Anniversario della Repubblica. A fare da padrone di casa il Prefetto Maria Rosa Trio accanto al quale c’erano il sindaco di Latina Damiano Coletta, il consigliere Rita Palombi  in rappresentanza della Provincia, il Vescovo Mariano Crociata, l’assessore regionale Enrica Onorati, i parlamentari europei Nicola Procaccini e Salvatore De Meo, il deputato Raffaele Trano, il vice presidente del Tribunale Antonio Masone, il sostituto procuratore Daria Monsurrò, il Questore Michele Spina, il comandante provinciale dei carabinieri Gabriele Vitagliano e gli altri vertici delle forze dell'ordine e militari. Tutti con indosso la mascherina.

Dopo l'esecuzioni dell'Inno di Mameli da parte degli studenti dell'istituto Volta di Latina e la cerimonia dell'Alzabandiera il Prefetto ha letto il messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, poi di nuovo l'inno d'Italia che ha chiuso la cerimonia ufficiale, celebrata quest'anno in forma ristretta  in osservanza delle regole di distanziamento sociale imposte dall'emergenza Covid.

Non c'è stata infatti la tradizionale cerimonia di consegna delle Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana, che avrà luogo non appena le condizioni sanitarie lo permetteranno, "con la certezza - sottolinea il Prefetto - che in futuro non mancheranno ulteriori momenti di condivisione dello spirito di unità nazionale". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento