Arrestati con un chilo di droga, i due fratelli ottengono i domiciliari a casa dei genitori

Daniele e Marco Castelli interrogati dal gip si sono avvalsi della facoltà di non rispondere

Hanno ottenuto gli arresti domiciliari Daniele e Marco Castelli, i fratelli di 31 e 26 anni di Latina arrestati martedì dai carabinieri con l’accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I due insospettabili nel corso di un servizio antidroga e in seguito ad una perquisizione domiciliare nelle rispettive abitazioni sono stati trovati in possesso di oltre un chilo di droga tra hashish, marijuana e cocaina: i militari hanno infatti sequestrato 515 grammi di hashish, 632 di marijuana, due grammi di cocaina oltre a  8.170 euro in contanti, probabile provento dell'attività di spaccio.

Questa mattina Daniele e Marco Castelli, assistiti entrambi dall’avvocato Alessia Vita, sono stati ascoltati in Tribunale dal giudice per le indagini preliminari Giorgia Castriota ma si sono avvalsi della facoltà di non rispondere dichiarando soltanto di essere dispiaciuti per l’accaduto. Il gip ha convalidato l’arresto e a conclusione della camera di consiglio ha concesso ad entrambi gli arresti domiciliari fissando però il luogo presso l’abitazione dei genitori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Daniele Nardi: a un anno dalla scomparsa la moglie racconta l'impresa sul Nanga Parbat

  • Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell’auto, muore un uomo di 39 anni

  • Coronavirus, Comune di Sezze: “Due pullman in arrivo da Venezia. Situazione monitorata”

  • Coronavirus, Regione: “Scuole chiuse nel Lazio e manifestazioni pubbliche vietate? Fake news”

  • Sette etti di cocaina e un revolver nascosti in casa: blitz e arresto della squadra mobile

  • Pontina, colpito da un malore mentre è alla guida, muore un automobilista

Torna su
LatinaToday è in caricamento