menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Difese d'ufficio, sbloccati i 100mila euro per le parcelle fermi al giudice di pace

I fondi erano bloccati da maggio per mancanza di un timbro e una firma. Accolta la richiesta del commissario dell'Ordine forense

Alla fine la pratica si è sbloccata e i 100mila euro destinati al pagamento delle parcelle per gli avvocati che hanno svolto difese di ufficio in cause davanti al giudice di pace di Latina sono disponibili.

E’ il risultato della forte sollecitazione rivolta dal commissario straordinario dell’Ordine degli avvocati Giacomo Mignano al presidente del Tribunale Caterina Chiaravalloti affinché chi di dovere nell’ufficio di via Vespucci – funzionario o dirigente – mettesse semplicemente un timbro e una firma per sbloccare quei fondi, erogati da maggio ma ancora fermi in qualche stanza.

Si tratta peraltro del denaro destinato a quasi un centinaio di professionisti che hanno patrocinato processi per persone non abbienti le cui spese di difesa sono a carico dello Stato e che, soprattutto in un periodo di grande difficoltà economica per il blocco totale dell’attività giudiziaria, rappresentano una fonte di reddito importante e una boccata di ossigeno. Nei prossimi giorni, quindi, le parcelle verranno liquidate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento