Giovedì, 18 Luglio 2024
Il caso

Vertice in prefettura sugli incendi ai chioschi: "Intensificheremo i servizi di vigilanza"

Sul tavolo di discussione è approdata la questione relativa alle intimidazioni al lido di Latina

Anche l'emergenza legata alle intimidazioni sul litorale di Latina, con ben due incendi divampati al quinto e al primo chiosco e anche uno tentato anche al quarto, approda sul tavolo di discussione del comitato per l'ordine e la sicurezza voluto dal prefetto Falco all'indormani dell'insediamento della nuova sindaca di Latina Matilde Celentano. Presenti i vertici delle forze dell'ordine, con il questore Raffaele Gargiulo, il comandante provinciale dei carabinieri Lorenzo D'Aloia e il comandante della Finanza Giovanni Marchetti, insieme al presidente della Provincia Gerardo Stefanelli e all'ex commissario prefettizio di Latina Carmine Valente, anche se di fatto arrivato ormai arrivato alla conclusione del suo mandato in Comune.

Istituzioni schierate, a riprova dell'attenzione posta sulla vicenda legata ai chioschi del lido. Ma ben poche parole, ad eccezione dell'assicurazione su controlli capillari e vigilanza. "Con il prefetto ci siamo già sentiti diverse volte prima ancora del mio insediamento - ha dichiarato Celentano - e oggi comincio da sindaco con questo comitato. Sicuramente, per quanto accaduto, assicureremo un controllo tecnologico del territorio con il sistema di lettura delle targhe in transito, questa sarà la nostra priorità ma confidiamo anche sul lavoro delle forze dell'ordine. La questione dei chioschi viene da lontano, questi non sono i primi episodi". La sindaca ricorda poi che su quel tratto di lungomare c'è un problema ancora da risolvere di viabilità e che ha già acquisito il parere dell'ente Parco per poter procedere con i lavori a stretto giro. Infine, ha annunciato un incontro domani con i titolari dei chioschi dati alle fiamme e con tutti gli operatori balneari.

"Ci sarà uno sforzo significativo di vigilanza - ha aggiunto il questore Gargiulo - Nonostante i chioschi siano ubicati in un tratto di litorale non facilmente monitorabile. Attiveremo e intensificheremo un sistema di vigilanza corposo. Certo è che non siamo partiti da zero per analizzare questa vicenda, ma ci sono attività investigative in corso". Alla stampa che chiede se la tempistica delle intimidazioni di fuoco, proprio a cavallo delle operazioni elettorali in città, sia quanto meno sospetta e desti un particolare allarme, nessuno risponde, nessuno dichiara e il prefetto fa intendere che al momento queste sono "ricostruzioni fantasiose". "Ho già ricevuto segnalazioni da parte di cittadini che chiedono cosa dobbiamo aspettarci per la prossima estate - spiega Falco - ma mi sento di rassicurare tutti. Noi ci siamo e vigiliemo su questi episodi".

Incendi ai chiosch: Calandrini incontra i gestori 

Attentati al lido, Lbc: "Latina deve restare libera"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertice in prefettura sugli incendi ai chioschi: "Intensificheremo i servizi di vigilanza"
LatinaToday è in caricamento