Incendia un campo vicino a un distributore in via Piave: piromane inchiodato dalle telecamere

L'uomo individuato grazie alle indagini della polizia. La denuncia è scattata per un 53enne di Cisterna

Ha appiccato il fuoco nei pressi di un distributore di carburante Ip di via Piave e poi si è dato alla fuga in direzione di Cisterna. E' accaduto mercoledì scorso a Latina e le immagini immortalate dalle videocamere degli esercizi commerciali vicini hanno consentito ai poliziotti di rintracciare il responsabile, un 53enne di Cisterna. 

L'incendio aveva richiesto l'intervento dei vigili del fuoco e alle operazioni di spegnimento, rese particolarmente difficili per via del vento che ha fatto avanzare velocemente le fiamme, avevano collaborato anche gli stessi poliziotti. Gli agenti, una volta domato il rogo, hanno avviato subito le indagini per determinarne le cause. Una prima analisi dei filmati dei negozi vicini al distributore non ha consentito, per la qualità delle immagini, di rilevare neanche il modello dell'auto utilizzata dal piromane, ma i poliziotti non si sono resi e hanno successivamente acquisito anche i filmati dell'attività di bar e tabacchi presente all'interno dell'area di servizio che in quel momento era chiusa. 

Convocato in questura, l'uomo ha ammesso spontaneamente le proprie responsabilità spiegando che il suo intento era quello di eliminare le sterpaglie che erano intorno al distributore perché infestate dai topi. Per il 53enne è scattata una denuncia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il paziente piange, l'infermiera del reparto covid si ferma e lo rassicura. Lo scatto diventa virale

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Coronavirus Latina, altra impennata: 382 nuovi casi in provincia. Un decesso

  • Coronavirus Latina: sono 119 i nuovi casi positivi in provincia. Un altro decesso

  • Vaccini agli over 80: avviso ai medici di medicina generale. Si parte il primo febbraio

Torna su
LatinaToday è in caricamento