menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rivelazione di segreti d'ufficio, la cancelliera in servizio in Procura nega tutto

Interrogata la compagna di Francesco Santangelo, iscritta nel registro degli indagati nell'inchiesta 'Scarabeo'. Per lei chiesta la sospensione

E’ stata ascoltata questa mattina in Tribunale Paola Berghella, la dipendente della Procura della Repubblica addetta alla segreteria di un sostituto procuratore indagata nell’inchiesta ‘Scarabeo’ per rivelazione di segreto di ufficio.

L’episodio al quale si fa riferimento è quello che ha dato origine alle indagini vale a dire la notizia filtrata proprio da via Ezio sull’esecuzione di alcuni sequestri preventivi per l’occupazione abusiva di alloggi pubblici nella zona del Colosseo a via Bruxelles: da alcune conversazioni telefoniche emerge che alcuni condomini erano già a conoscenza di quanto sarebbe accaduto e tra questi figura la compagna di Nicola Natalizi, ex appartenente alla Polizia di Stato per anni in servizio presso la Procura e amico di Francesco Santangelo e finito agli arresti domiciliari.  L'ipotesi investigativa è quella che Santangelo sia venuto a sapere la notizia dalla Berghella con la quale ha una relazione, come testimoniano intercettazioni telefoniche e ambientali.

Nei confronti della donna i pubblici ministeri Claudio De Lazzaro e Luigia Spinelli hanno avanzato una richiesta di sospensione dall’esercizio di Pubblico Ufficiale dì Cancelliere presso la Procura sulla quale il gip si è riservato di decidere. Questa mattina Giuseppe Cario, ha interrogato Paola Berghella, assistita dall’avvocato Italo Montini, che ha risposto alle domande giustificando alcune condotte e negando di avere rivelato segreti d’ufficio a Santangelo sugli interventi presso gli alloggi Ater.

Per ora il giudice per le indagini preliminari si è riservato di decidere sulla misura interdittiva richiesta dai pm.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento