Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Schianto all'alba all'Acciarella, rinvio a giudizio per omicidio stradale

Nell'incidente era morto Giampiero Petrone, feriti altri quattro ragazzi. A processo il giovane che era alla guida dell'auto

C’è un rinvio a giudizio per omicidio stradale per la morte di Giampiero Petrone, deceduto in un incidente nel quale sono rimasti feriti altri quattro ragazzi che viaggiavano nella stessa auto.

I fatti risalgono all’alba del 27 maggio 2018 quando una Bmw Serie 1 con a bordo cinque ragazzi tra i 21 e i 27 anni, tutti di Anzio, mentre si trovava all’altezza dell’Acciarella tra i comuni di Latina e Nettuno dopo aver sbandato all’altezza di una curva è improvvisamente uscita fuori strada finendo contro un pino. L’impatto è stato violentissimo tanto che la macchina si è ridotta ad un ammasso di lamiere.

Nell’urto Giampiero Petrone ha persone la vita mentre gli altri quattro, due ragazze e due ragazzi, sono rimasti feriti.  Questa mattina davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina è comparso Simone Andriani che era alla guida della vettura e che è stato rinviato a giudizio per omicidio stradale. Il processo a suo carico inizierà il 28 aprile 2021 davanti al giudice monocratico del Tribunale del capoluogo pontino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schianto all'alba all'Acciarella, rinvio a giudizio per omicidio stradale

LatinaToday è in caricamento