menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Materiale pedopornografico: indagini sull'archivio del pedofilo

Il sequestro di migliaia di immagini e video apre la strada a una delicata indagine sulla figura di un pensionato di 70 anni arrestato dalla squadra mobile

Un archivio di materiale pedopornografico, che gli investigatori hanno appena cominciato a visionare. E' appena iniziata l'indagine che riguarda un pensionato di 70 anni, arrestato dalla squadra mobile per detenzione di materiale pedopornografico e indagato per violenza sessuale aggravata. Stando ai primi accertamenti effettuati su 4mila file, tra foto e video, contenuti all'interno del primo dei supporti informatici sequestrati dagli investigatori, sembra che il materiale sia scaricato da internet, probabilmente attraverso piattaforme utilizzate online dai pedofili per scambiare imagini. Si tratta di immagini inequivocabili, che immortalano adulti intenti a compiere atti sessuali con minorenni, di età compresa tra i 1 e 15 anni.

L'interrogatorio e la convalida dell'arresto

Molto altro resta però ancora da indagare. Nell'appartamento del pensionato sono stati trovati infatti 5 hard disk, un tablet, 4 pen drive e 3 micro sd e il sospetto è che all'interno di ognuno di questi supporti sia contenuto una parte dell'archivio con materlale analogo.

Gli investigatori sono arrivati al blitz dopo una segnalazione sui comportamenti ambigui tenuti dall'uomo nei confronti di minori anche in pubblico. Poco altro emerge dall'indagine delegata dalla Procura alla squadra mobile e al compartimento della polizia postale. C'è il mssimo riserbo proprio per la delicatezza del caso.Gli investigatori, attraverso i file sequestrati e tutti gli elementi contenuti nei computer del pensionato, capire se ci siano stati approcci anche reali con minori che possano configurare la violanza sessuale o se sia legato a una rete di pedofili online. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento