rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Omicidio di Borgo Montello, i nove arrestati davanti al giudice

Al via domani gli interrogatori degli indiani accusati della spedizione punitiva con spranghe nel corso della quale è stato ucciso un connazionale

Sarano interrrogati domani, 3 maggio, gli indiani arrestati  dagli uomini della Squadra mobile di Latina quali responsabili dell'omicidio del connazionale, ucciso il 30 ottobre dello scorso anno a Borgo Montello nel corso di una spedizione punitiva.

I nove stranieri, difesi dagli avvocati Amleto Coronella e Angelo Palmieri, saranno ascoltati dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina Giuseppe Cario. Sono accusati a vario titolo di omicidio volontario, porto illegale di pistola, lesioni personali aggravate e rapina aggravata. Gli arresti rappresentano l'epilogo delle indagini avviate dopo il pestaggio Sumal Jagsheer e di alcuni connazionali che stavano facendo una festa in un'abitazione a via Monfalcone per la nascita del figlio della vittima. Il gruppo che ha fatto irruzione nella casa era armato di spranghe che non ha esitato a utilizzare con un bilancio finale di un morto e dieci feriti.

Secondo gli investigatori si è trattato di un’azione pianificata per punire tutti i connazionali presenti ai festeggiamenti, ritenuti colpevoli di essersi allontanati dal gruppo, e per incutere timore ad alcuni commercianti appartenenti alla comunità indiana della zona. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Borgo Montello, i nove arrestati davanti al giudice

LatinaToday è in caricamento