rotate-mobile
Cronaca

Inchiesta Karibu, scoperte altre false fatturazioni per 650mila euro

In udienza preliminare la Procura ha integrato i capi di imputazione per i familiari di Soumahoro e gli altri imputati di reati fiscali

Nuove accuse per Marie Therese Mukamitsindo e Liliane Murekatete, moglie e suocera del deputato Aboubakar Soumahoro; Michel Rukundo e Richard Mutangana, cognati del parlamentare, Ghislaine Ada Ndongo e Christine Ndyanabo Koburangiyra, indagati per reati fiscali, mancati versamenti e false fatture nell’ambito delle indagini sull’utilizzo dei fondi erogati alla coop Karibu e al consorzio Aid. Nell’udienza di oggi, venerdì 17 novembre, davanti al giudice per l’udienza preliminare Pierpaolo Bortone il Procuratore della Repubblica Giuseppe De Falco ha depositato un nuovo capo di imputazione con il quale cotesta false fatturazioni per ulteriori 650mila euro. Le operazioni sono riferite agli anni 2018 (450mila euro) e 2019 (212mila euro) che portano il totale delle false certificazioni contabili a due milioni e mezzo di euro.

Nel corso dell’udienza il gup ha sciolto la riserva ammettendo tutte le parti civili: Uiltucs, i lavoratori delle coop oltre ai commissari liquidatori di Karibu Francesco Cappello e consorzio Aid Jacopo Marzetti. Poi il rinvio all’udienza del 15 dicembre quando la parola passerà al collegio di difesa composto dagli avvocati Lorenzo Borré, Francesca Roccato, Francesco Cossa, Maria Vittoria Giampietro e Pierfrancesco Prestipino.

“Esprimiamo grandissima soddisfazione per il risultato ottenuto – commentano a fine udienza i legali di parte civile Giulio Mastrobattista e Atena Agresti – con l’accoglimento da parte del gup  di tutte le costituzioni di parte civile per i lavoratori della Coop Karibu e del consorzio Aid e altresì la costituzione della categoria sindacale  Uiltucs di Latina nella persona del responsabile Gianfranco Cartisano. Si tratta di un precedente unico: per la prima volta è stata riconosciuta l’ammissibilità come parti civili dei lavoratori e della categoria che vantano rispettivamente un danno diretto e uno indiretto derivante da reati tributari. In particolare per quanto concerne la costituzione del sindacato è stata valorizzata tutta l’attività di assistenza svolta in favore dei lavoratori”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta Karibu, scoperte altre false fatturazioni per 650mila euro

LatinaToday è in caricamento