Roma-Latina, anche i circoli Legambiente pontini al presidio contro l'autostrada

Anche dai comitati e dai circoli della provincia la richiesta di messa in sicurezza della Pontina fino a Terracina e progetti alternativi su ferro per una nuova mobilità sostenibile

Un presidio organizzato dal Comitato No Corridoio Roma-Latina, di fronte al palazzo del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Il 28 giugno scorso, Legambiente Lazio ha riunito le rappresentanze dei circoli Legambiente della provincia di Latina, insieme a Salviamo il Paesaggio,  “Respiro Verde”, Slow Food, Gruppo de I dodici- Via Francigena del Sud. Le rappresentanze ufficiali del Comitato hanno quindi partecipato a un incontro con collaboratori del Ministro, dove si è parlato del cronoprogramma di interventi esclusivamente mirati all’adeguamento in sicurezza delle strade che verranno finanziati a partire dal 2020. "Il progetto autostradale Roma-Latina resta comunque aperto- spiegano i circoli provinciali di Legambiente - nonostante le recenti sentenze avverse del Consiglio di Stato, visto che tra l’altro il Consorzio SIS, ex vincitore del bando di gara, ha ancora pendente un ricorso in Cassazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“I nostri Circoli - spiegano ancora da Legambiente - si battono da mesi per evitare lo scempio, con partecipazione a presidi e sit-in del Comitato e insieme a Legambiente Lazio sono stati parte attiva nella creazione dei nodi territoriali del Comitato No Corridoio, anche a Terracina. Vogliamo difendere il nostro territorio dalla devastazione dell’inutile autostrada a pedaggio Roma-Latina, per l’adeguamento e la messa in sicurezza di tutta la Via Pontina, da Roma a Terracina, per una mobilità intermodale e il rilancio del trasporto merci su ferro. Una mobilità sostenibile che disincentivi l’utilizzo dell’auto di proprietà e il corrispondente flusso veicolare, tramite un miglior sistema di trasporto pubblico locale con corsie dedicate su ferro”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperlonga, tromba d'aria si abbatte sul litorale: danni agli stabilimenti

  • Coronavirus, due nuovi casi in provincia: positivi a Latina ed Aprilia

  • Coronavirus: un nuovo caso in provincia. Rilevati in aeroporto 36 positivi dal Bangladesh

  • Coronavirus, 14 casi nel Lazio. Regione: “A Terracina positivo un uomo del Bangladesh”

  • Coronavirus Latina: i contagi crescono ancora, tre nuovi casi in provincia

  • Coronavirus, 28 nuovi casi nel Lazio. Regione: “In provincia di Latina positiva una bambina”

Torna su
LatinaToday è in caricamento