menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perdono il posto di lavoro: licenziate dopo 20 anni per "mancato superamento del periodo di prova"

Si tratta di due cuoche che avevano lavorato presso l'Istituto Preziosissimo Sangue di Latina, assunte in modo regolare come badanti. Con l'arrivo della nuova società di refezione sono state licenziate

Dopo vent'anni di lavoro all'Istituto Preziosissimo Sangue di Latina, le due cuoche, assunte con un irregolare da badante  sono state mandate via per "mancato superamento del periodo di prova". E' questa la motivazione della lettera che è stata ricevuta dalle due lavoratrici nei giorni scorsi, inviata dalla società che gestisce il servizio di refezione presso l'Istituto. Una vicenda anomala e complessa che è stata segnalata dalla Ulltucs Latina che denuncia di fatto "un cambio appalto mai effettuato e senza regole".

"Dopo anni di sacrificio e lavoro - denuncia il sindacato di categoria - le due lavoratrici hanno dovuto subire l'umiliazione della perdita del posto di lavoro da parte della società. Non accetteremo che dopo 20 anni vengano cacciati lavoratori per non aver superato il periodo di prova. Contestiamo  sopratutto  il comportamento del committente, appunto l'Istituto Preziosissimo Sangue, che riteniamo responsabile della situazione occupazionale e salariale delle lavoratrici, le quali ad oggi ancora non hanno percepito le competenze da parte dell'Istituto. Contestiamo inoltre la tipologia contrattuale applicata dalla struttura, che gestiva direttamente le lavoratrici oltre all'elaborazione delle paghe. Per venti anni hanno svolto una mansione diversa rispetto alla paga oraria erogata: un servizio qualificato di refezione e non di badanti". 

La Uiltucs di Latina ritiene insomma anomalo anche il comportamento dell'Istituto Preziosissimo Sangue che "non ha retribuito e inquadrato nel giusto contratto le lavoratrici oggi giudicate oltretutto non idonee dalla società subentrata nella gestione del servizio". "La vicenda - conclude la Uiltucs - dovrà avere le giuste risposte, queste lavoratrici debbono avere il giusto e corretto riconoscimento salariale dei 20 anni di lavoro, svolto in maniera sottopagata alle dipendenze dell'Istituto di Latina". 



 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, giù i contagi: sono 50 in provincia ma con tre decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento