Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Maniaco della pista ciclabile, processo con rito abbreviato

Il giudice ha accolto la richiesta della difesa. Le due donne vittime di violenza sesuale si sono costituite parte civile

Ha chiesto di poter essere giudicato con il rito abbreviato il 37enne di Latina arrestato a giugno 2018 quale autore di due distinti episodi di violenza sessuale avvenuti sulla pista ciclabile di via del Lido e all'interno dell'Oasi verde nel quartiere Q4.

L’uomo è comparso questa mattina davanti al giudice per l’udienza preliminare Giorgia Castriota con l'accusa di violenza sessuale e il suo legale, l’avvocato Francesco Vasaturo, ha chiesto il giudizio abbreviato condizionato all’audizione delle due parti offese, una donna di 44 anni palpeggiata mentre percorreva la pista in bicicletta ed una 30enne che invece stava camminando a piedi ed era stata scaraventata a terra e palpeggiata. Gli episodi risalgono al 29 aprile e al 13 maggio 2018 mentre a distanza di qualche settimana il maniaco era stato identificato e arrestato dai carabinieri.

Nell’udienza odierna le due vittime delle aggressioni si sono costituite parte civile con gli avvocati Alessandro Mariani e Giusepe Lauretti. Il giudice ha accolto la richiesta della difesa e rinviato all’udienza del 30 ottobre quando sarà ascoltata in aula una delle due donne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maniaco della pista ciclabile, processo con rito abbreviato

LatinaToday è in caricamento