rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
La cerimonia

Lettere, ricordi e musica per l'ultimo addio a Marco Scibetta

Al Circolo cittadino la cerimonia laica per ricordare il 40enne ucciso dalla Sla. Il suo gesto d'amore: donati gli organi

“La morte sorride a tutti. Un uomo non può fare altro che sorriderle di rimando”. E la frase di Marco stampata su un telone che venerdì pomeriggio ha accolto chi arrivava nella sala del Circolo cittadino, gremita fino al corridoio. Amici e amiche d’infanzia, parenti, colleghi e compagni di vita si sono radunati per ricordare Marco Scibetta, scomparso il 28 luglio, a 40 anni, dopo aver lottato contro un male implacabile, la Sla. In molti si sono alternati sul palco per ricordare Marco con toccanti lettere e pensieri, ricordi e immagini felici della sua vita accompagnate dalla scritta “Va tutto bene”. 

"Era grato alla vita - ha esordito un amico - Era dotato di grande dignità e coraggio, sempre solare e con tanta voglia di aiutare". "Lo ritroveremo nelle piccole cose" gli ha fatto eco un altro. "Era un ragazzo e un uomo buono, non ha mai provato rabbia verso le persone e gli avvenimenti avversi", come raccontato da chi lo conosceva fin da bambino. "La sua richiesta specifica era quella di vederci qui riuniti tutti insieme, come si fa la domenica nelle grandi famiglie".  "Eppure, lui è qui tra noi, anche se non lo possiamo vedere: ma tutti ora stiamo guardando il suo sorriso". Marco è scomparso a 40 anni, molti dei quali spesi ad aiutare gli altri, non ultimo durante il periodo del Covid quando si adoperò per fornire alle famiglie bisognose del capoluogo pontino alcuni pc per uso scolastico così da garantire a quegli studenti che non avevano i mezzi adeguati di poter partecipare al meglio alle lezioni scolastiche in Dad. Una dimostrazione della sua grande voglia di vivere e della propensione verso il prossimo che ha avuto fino all’ultimo, la stessa che lo ha portato a donare i suoi organi e che è stata ricordata nelle toccante cerimonia laica che si è svolta al Circolo cittadino, officiata da Matteo Tulli, titolare della Taffo Funeral Service di Latina. Un ultimo saluto a pochi giorni dalla sua scomparsa, in un abbraccio che ha coinvolto tutti coloro che hanno avuto la fortuna di incontrarlo nella loro vita e che lo porteranno per sempre nel cuore. Così come lo porterà sempre con sé anche chi ha ricevuto l’ultimo dono di Marco: i suoi organi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lettere, ricordi e musica per l'ultimo addio a Marco Scibetta

LatinaToday è in caricamento