rotate-mobile
Cronaca

Estorsione al benzinaio, la vittima accompagnata in aula dai carabinieri

Il processo a Maria Grazia Di Silvio accusata di avere preteso denaro con modalità mafiose dal titolare del distributore di via Epitaffio che l'altra volta non si era presentato

La scorsa udienza non si era presentato ma oggi il benzinaio di via Epitaffio vittima di una estorsione da parte di Maria Grazia Di Silvio, madre di Angelo, Salvatore e Valentina Travali, è arrivato in aula davanti al Tribunale presieduto da Gian Luca Soana scortato dai carabinieri.

Il processo è quello per l’operazione denominata ‘Status Quo’ per la quale gli altri cinque imputati hanno scelto il rito abbreviato: la Di Silvio è rimasta quindi sola ad essere giudicata con rito ordinario e deve rispondere di estorsione aggravata dal metodo mafioso. Secondo i pm della Dda avrebbe estorto denaro al benzinaio, dopo averlo accusato di aver parlato con gli inquirenti in merito a una serie di precedenti estorsioni messe in atto da esponenti del clan Travali nei suoi confronti. La vittima, che è già stata ascoltata nel processo ‘Reset’, oggi ha spiegato di non avere chiesto il denaro che gli era dovuto per paura di eventuali ritorsioni poi, interrogato dal pm Luigia Spinelli, ha aggiunto che nonostante le insistenze della donna, che chiedeva mille euro come risulta anche da alcune intercettazioni, non aveva consegnato quel denaro e ha ammesso che il padre in passato aveva invece pagato.

In chiusura di udienza il Tribunale ha respinto la richiesta di arresti domiciliari per la Di Silvio presentata dall'avvocato Giancarlo Vitelli alla luce della circostanza che l’abitazione del fratello dove dovrebbe andare è a pochissima distanza dal distributore di carburante. Si torna in aula il 7 giugno per la discussione con gli interventi del pm, delle parti civili e della difesa prima che il Tribunale emetta la sentenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsione al benzinaio, la vittima accompagnata in aula dai carabinieri

LatinaToday è in caricamento