rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Obbligo vaccinale

Sanitari no vax continuano ad esercitare: denunciati in 10, altri 5 segnalati

La campagna di verifica nazionale sul rispetto dell'obbligo vaccinale per le categorie sanitarie ha toccato anche Latina con 28 verifiche in strutture e centri privati e pubblici

Medici e sanitari non vaccinati scoperti regolarmente al lavoro. La campagna di verifiche sul rispetto dell'obbligo vaccinale per le figure esercenti le professioni samitaire ha toccato anche la provincia di Latina, con 10 denunce e cinque segnalazioni alla Asl.

I controlli a tappeto sono stati effettuati dai carabinieri del Nas in oltre 1.600 strutture e centri sanitari pubblici e privati al livello nazionale. E hanno riguardato medici, infermieri, odontoiatri, farmacisti, veterinari, fisioterapisti, per un totale di 4.900 posizioni verificate in diverse province italiane.

IL nas di Latina ha effettuato complessivamente 40 controlli, di cui 28 in provincia di Latina e 12 a Frosinone. Per la provincia pontina in particolare l'esito è stato la denuncia di 10 sanitari (medici di medicina generale e farmacisti) per aver esercitato abusivamente l'attività professionale malgrado fossero stati sospesi per inossservanza dell'obbligo vaccinale. Sempre in provincia sono stati inoltre segnalati cinque sanitaria alla Asl per l'accertamento dell'inosservanza dell'obbligo vacicnale, con conseguente sospensione dello svolgimento di prestazioni o mansioni che implicano contatti interpersonali o comportano, in qualsiasi altra forma, il rischio di diffusione del contagio covid.

In tutto il Paese i carabinieri del Nas hanno accertato 281 situazioni irregolari dovute proprio all'eservizio della professione sanitaria in assenza della vaccinazione. Tra i professionisti controllati è emerso che 126 di loro eseguivano prestazioni seppur già destinatari del provvedimento di sospensione dall’Ordine professionale emesso dall’Autorità sanitaria, continuando a svolgere la libera professione presso gli studi medici di proprietà o presso ambulatori, come pure all’interno di reparti in ospedali pubblici e cliniche private, in ragione del loro incarico di medico o infermiere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanitari no vax continuano ad esercitare: denunciati in 10, altri 5 segnalati

LatinaToday è in caricamento