rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Minacce ad un altro detenuto, Mastracci condannato a un anno e tre mesi

Il 37enne era accusato di violenza privata all'interno del carcere di Latina: voleva costringere la vittima a cambiare cella

E’ stato condannato ad un anno e tre mesi di carcere per avere minacciato un detenuto all’interno del carcere di Latina. Gianfranco Mastracci, 37enne di Latina coinvolto in una lunga serie di operazioni di polizia, questo pomeriggio è comparso davanti al giudice monocratico del Tribunale di Latina per rispondere di violenza privata nel procedimento che è uno stralcio dell’operazione Masterchef: ad accusarlo un uomo che ha raccontato come nel luglio 2019 nella casa circondariale di via Aspromonte era stato avvicinato da Mastracci, all'epoca in carcere per Alba Pontina, che gli aveva intimato di lasciare la sua cella se non voleva avere problemi.

“Mi ha detto che dovevo andare via e che rischiavo di essere accoltellato” aveva raccontato in aula la parte offesa. Oggi nell’ultima udienza il pubblico ministero aveva chiesto per Mastracci, assistito dall’avvocato Sandro  Marcheselli, una condanna a un anno e sei mesi ma a conclusione della camera di consiglio il giudice ha ridotto la pena a un anno e tre mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce ad un altro detenuto, Mastracci condannato a un anno e tre mesi

LatinaToday è in caricamento