rotate-mobile
Cronaca

Infortuni sul lavoro, la provincia pontina ancora in zona rossa

Il rapporto della Vega Engineering ci colloca al 29esimo posto in Italia. Sette le persone decedute nei primi sette mesi del 2023 con un'incidenza del 28,6%

Continua ad essere allarmante il numero dei morti sul lavoro sia a livello nazionale che in provincia di Latina. Il nostro territorio resta infatti in zona rossa vale a dire che l'incidenza infortunistica è superiore al 125% dell’incidenza media nazionale che è pari a 18,6 morti sul lavoro ogni milione di lavoratori. I dati sono quelli raccolti dall’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro e Ambiente di Vega Engineering sulla base dei numeri forniti dall’Inail. Il periodo preso in esame è quello che va dal 1 gennaio al 31 luglio di quest’anno e Latina si colloca al 29esimo posto tra le province italiane. In questi primi sette mesi sono sette le persone decedute per infortuni sul lavoro su un totale di 209.824 occupati: l’incidenza è quindi del 28,6%.

A livello regionale la maglia nera per il maggior numero di vittime in occasione di lavoro va alla Lombardia con 74 morti, seguono il Veneto con 40, il Lazio con 36 e poi la Campania e il Piemonte con 33 ciascuna.

Nei primi sette mesi del 2023 è ancora il settore trasporti e magazzinaggio a registrare il maggior numero di vittime in occasione di lavoro, seguito a breve distanza dal settore edile e poi dalle attività manifatturiere e dal commercio.

Per quanto riguarda invece le fasce di età all’interno del quale si collocano le vittime quella colpita maggiormente dagli infortuni mortali resta quella tra i 55 e i 64 anni (154 su un totale di 430).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infortuni sul lavoro, la provincia pontina ancora in zona rossa

LatinaToday è in caricamento