rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Cronaca

Morti sul lavoro, siamo al 36esimo posto in Italia per numero di vittime

La classifica dell'Osservatorio Vega Engineering di Mestre, che ci colloca nella fascia intermedia, rileva 4 decessi nei primi dette mesi del 2022

Aumentano in maniera preoccupante i morti sul lavoro in Italia e la provincia di Latina si colloca nel gruppo delle province italiane con la maggiore incidenza di infortuni mortali. E’ l’Osservatorio sicurezza sul Lavoro Vega Engineering di Mestre a pubblicare il report relativo ai primi sette mesi del 2022 e ad analizzare l’indice di incidenza della mortalità, cioè il rapporto degli infortuni mortali rispetto alla popolazione lavorativa regionale e provinciale, la cui media in Italia nei primi sette mesi dell’anno è di 18,3 decessi ogni milione di occupati.

Per quanto riguarda la provincia di Latina nella classifica sull’incidenza degli infortuni mortali si colloca al 49esimo posto cioè nella fascia gialla, quella intermedia. Nel periodo compreso tra gennaio e luglio di quest’anno sono stati quattro i decessi sul lavoro registrati su un totale complessivo di 206.027 occupati. L’incidenza tra numero delle vittime e la popolazione impiegata è quindi del 19,4%.

Saliamo invece al 36esimo posto nella seconda classifica elaborata dall’Osservatorio, quella relativa al numero di infortuni mortali. Le quattro vittime incidono infatti in maniera consistente sull’ammontare complessivo degli occupati.

Sono 569 i lavoratori che hanno perso la vita da Nord a Sud del Paese da gennaio a luglio 2022, con una media di 81 morti sul lavoro ogni mese. E, sebbene le rilevazioni ufficiali da gennaio a luglio 2022 facciano emergere un decremento complessivo della mortalità del 16% rispetto al 2021 (erano 677 a fine luglio 2021), la realtà dei fatti, sottolineano gli autori dello studio, è ben diversa. Perché “la flessione continua ad essere fortemente “drogata” dalla quasi totale assenza nel 2022 dei decessi per Covid rispetto al 2021: lo scorso anno infatti, nei primi sei mesi, gli infortuni mortali per Covid erano 367 su 538, circa il 68%. Quest’anno sono solo 11 su 463, ossia il 2%. Ciò significa che gli infortuni mortali “non Covid” sono passati dai 171 del primo semestre 2021 ai 452 del corrispondente periodo del 2022, con un eclatante e drammatico incremento del 164%”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morti sul lavoro, siamo al 36esimo posto in Italia per numero di vittime

LatinaToday è in caricamento