rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
IL PROCESSO

Nonnismo sull'allieva pilota, il giudice non ammette le associazioni come parti civili

Nel processo a otto sergenti dell'Aeronautica nato dalla denuncia di Giulia Schiff il Ministero della difesa citato come responsabile civile

Nuova udienza ieri mattina del processo a carico degli otto sergenti dell'Aeronautica militare in servizio all'epoca dei fatti presso il 70esimo Stormo di Latina accusati dall'allieva pilota Giulia Schiff di atti di nonnismo. Andrea Angelelli, di Copertino, Leonardo Facchetti, di Manerbio, Joseph Garzisi, di Patrica, Luca Mignanti, di Montalto di Castro, Matteo Pagliari, di San Severino Marche, Ida Picone, di Vicenza, Andrea Farulli, di Gessate, e Gabriele Onori, di Tivoli, tutti accusati di violenza privata aggravata e lesioni personali aggravate.

Il giudice monocratico Laura Morselli ha respinto le richieste di costituzione di parte civile presentate nella scorsa udienza da 'Doppia difesa’, l’associazione a sostegno delle donne che hanno subito violenze e abusi fondata nel 2007 dalla conduttrice televisiva Michelle Hunziker e dall’avvocato Giulia Bongiorno, dal Partito Radicale e dal Pdm, il Partito per la tutela dei Diritti dei militari e delle forze di polizia mentre ha autorizzato la citazione del Ministero Difesa come responsabile civile.

Si torna in aula il 20 marzo 2023 quando sarà ascoltata la Schiff, asssitita dall'avvocato Massimiliano Strampelli. 

Secondo la denuncia presentata dalla giovane allieva i colleghi al termine del suo primo volo l'avrebbero spintonata, presa a schiaffi, le avrebbero sbattuto la testa contro l’ala dell’aereo e poi gettata nella piscina nonostante lei chiedesse loro di smetterla. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nonnismo sull'allieva pilota, il giudice non ammette le associazioni come parti civili

LatinaToday è in caricamento