Lotta alla criminalità, Moscardelli: “In arrivo 35 nuovi agenti di polizia per la provincia di Latina”

Il segretario Pd sollecita l’istituzione di una sezione alle Direzione antimafia nel capoluogo pontino

Sono in arrivo 35 nuovi agenti di polizia per la provincia di Latina. A darne notizia il segretario del Partito Democratico Claudio Moscardelli a seguito di un incontro con il vice Ministro dell’Interno Matteo Mauri e del capogruppo Pd  in Commissione Antimafia Franco Mirabelli con i quali sono stati affrontati i problemi del nostro territorio sul fronte della presenza delle organizzazioni criminali con particolare attenzione per le strategie e i mezzi da mettere in campo per contrastarle. Inclusa l’istituzione di una sezione della Dda a Latina, come presidio nel basso Lazio rispetto all’aggressione della criminalità. 

“La Questura di Latina – sottolinea Moscardelli - è costretta ad affrontare organizzazioni criminali temibili come i clan Ciarelli e Di Silvio, la ‘ndrangheta a Latina, la camorra nel sud pontino, ‘ndrangheta e camorra a Fondi e Terracina e diverse organizzazioni criminali ad Aprilia. I numeri della Questura di Latina per arresti sono superiori a quelli della provincia di Caserta, per questo ho riproposto il tema della classificazione della Questura così come ho segnalato l’esigenza dell’istituzione del commissariato di polizia ad Aprilia, seconda città della provincia e quarta del Lazio”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il segretario provinciale del Pd sottolinea inoltre la necessità di accendere nuovamente i riflettori della Commissione Antimafia su Latina e provincia e di far ripartire le inchieste su tanti lati oscuri della commistione tra politica e clan e dei condizionamenti politici ed elettorali nel capoluogo pontino e non solo. “È indispensabile istituire una sezione della Dda a Latina come presidio nel basso Lazio rispetto all’aggressione della criminalità – spiega – perché rifiuti, usura, racket e droga sono tra i principali affari delle organizzazioni criminali insieme alla penetrazione nel tessuto economico e professionale della nostra realtà insieme al riciclaggio di denaro sporco”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Coronavirus, contagi inarrestabili. Nel Lazio quasi 600 nuovi casi, in provincia 47 in più

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento