rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Cronaca

Passaggio di consegne ai vigili del fuoco: arriva il nuovo comandante Luigi Capobianco

Saluto al personale e primo incontro con la stampa: "Un territorio fragile dal punto di vista idrogeologico e per gli incendi boschivi"

Cambio al vertice del comando provinciale dei vigili del fuoco di Latina, con il passaggio ufficiale di consegne tra il comandante uscente Stefano Smaniotto e il subentrante Luigi Capobianco. Classe '74, il nuovo comandante, risiede nella città di Gaeta e inizia la sua carriera nel 2006 come funzionario presso il comando dei vigili del fuoco di Torino, dove resta fino al 2012. Nel 2013 assume l'incarico di vicedirigente operativo alla Direzione centrale per l'emergenza e il soccorso tecnico e nel 2016 di direttore del centro telecomunicazione nazionale; dal 2017 fino al 2021 è invece vicedirigente operativo presso il comando dei vigili del fuoco di Roma e nel 2021 assume l'incarico di dirigente vicario del comando di Torino. Quello di Latina è dunque il suo secondo incarico alla guida di un comando, che si trova appunto a ricoprire nel suo territorio di origine. Dopo il saluto al personale, nel piazzale esterno della caserma, Capobianco ha incontrato la stampa insieme all'ex comandante Smaniotto.

Luigi Capobianco nuovo comandante dei vigili del fuoco: "Orgoglioso per questo incarico" - Il video

"Sono contento e onorato - ha spiegato - e sento di avere un grande carico di responsabilità. Quello di Latina è un comando complesso per dinamiche di soccorso, correlate a un territorio vasto e con grandi rischi. Contiamo di supportare tuttti i comuni soprattutto nell'azione di prevenzione del rischio, perché quando siamo costretti a intervenire noi vuol dire che qualcosa è già successo e noi possiamo solo mitigare le conseguenze e soccorrere. Questo è un territorio in gran parte fragile". Il pensiero corre inevitabilmente ai due tragici eventi di Terracina del 2018, con la voragine sulla Pontina che ha inghiottito un'auto e il suo conducente e un tornado che ha devastato la città e provocato una vittima. Ma in generale gli scenari di rischio, negli ultimi anni, si sono moltiplicati. "E' noto che il territorio del sud pontino sia particolarmente fragile sia dal punto di vista idrogeologico sia per gli incendi boschivi che spesso hanno richiesto l'intervento di mezzi aerei - ha aggiunto il nuovo comandante - Si tratta di fenomeni che si vanno intensificando e che comportano sfide da affrontare sempre nuove". 

A fare il punto della situazione, tra traguardi raggiunti, obiettivi in via di realizzazione e criticità del territorio, è stato l'ex comandante Smaniotto, che si appresta a lasciare la provincia pontina presso l'Ufficio di gestione tecnica della flotta aerea. "Auspico a breve - ha dichiarato - l'apertura del nuovo distaccamento di Terracina, su cui tutti gli atti sono andati a buon fine e si attendono solo opere di completamento minimali. Per quanto riguarda invece il nuovo comando provinciale nell'ex istituto Sani abbiamo completato il passaggio della struttura, che per essere però operativa richiede un adeguamento funzionale e strutturale che dovrà trasformarla da istituto scolastico in un comando dei vigili del fuoco. Da ultimo, sono stati individuati i lotti di terreno per realizzare il distaccamento di Castelforte. In generale questo è stato un anno di difficoltà, soprattutto per gli incendi boschivi e soprattutto nel sud pontino. Questa resta una delle maggiori complessità del territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passaggio di consegne ai vigili del fuoco: arriva il nuovo comandante Luigi Capobianco

LatinaToday è in caricamento