rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
IL PROCESSO

Alloggi Ater occupati a via Londra, il processo si chiude per prescrizione dopo 16 anni

La sentenza di archiviazione del giudice monocratico nei confronti dei 69 imputati che si erano impossessati delle case Ater nel 2005

A distanza di 16 anni dai fatti il processo per l'occupazione abusiva degli alloggi Ater di via Londra a Latina si è concluso con una dichiarazione di estinzione dei reati per intervenuta prescrizione. Sul banco degli imputati c'erano 69 persone, i componenti delle decine di famiglie che il 10 settembre 2005 avevano forzato gli ingressi degli appartamenti nelle palazzine la cui costruzione non era ancora stata ultimata e ne avevano preso possesso, giustificando tale atto con la mancata assegnazione di un alloggio popolare. L'occupazione era durata appena qualche giorno, poi preso atto della situazione, la polizia aveva provveduto ad uno sgombero forzato degli alloggi.

I responsabili rispondevano a vario titolo di occupazione abusiva, furto perché manomettendo gli impianti si sarebbero impossessati di acqua ed energia elettrica sottraendola alla ditta appaltatrice dei lavori Ama Tucci e anche di invasione di terreni. Ma il processo si è trascinato per anni tanto da essere ancora in fase dibattimentale. Così il giudice moncratico del Tribunale di Latina Fabio Velardi non ha potuto che accogliere la richiesta del pubblico ministero e dichiarare l'estinzione dei reati per prescrizione per i 69 imputati, assistiti tra gli altri dagli avvocati Alessia Vita, Sandro Marcheselli e Antonio Rossi. Le motivazioni saranno depositate entro 90 giorni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alloggi Ater occupati a via Londra, il processo si chiude per prescrizione dopo 16 anni

LatinaToday è in caricamento